IN MEMORIA DI BILLBOARD

Questo è un messaggio che The Game ha lasciato sul suo sito il giorno dopo la morte dell'amico William "Billboard" Lusk:
"Mi sono svegliato ieri mattina verso le 7:29 e ho camminato fuori e mi sono seduto nel mio portico. Non ero ancora là fuori da più di due minuti che mio fratello, Big Fase 100, ha camminato fuori dal mio portico dalla sua casa dall'altro lato della strada. L'ho guardato, lui mi ha guardato e io potevo vedere nei suoi occhi da 20 metri di distanza che lui era infastidito da qualcosa. Qualche secondo dopo ha urlato che avevano trovato Billboard morto a Gardena con diversi colpi di pistola nel petto. Era così irreale per me, sono tornato in casa nella mia stanza e mi sono seduto sul mio letto per capire solo qualche secondo dopo questa notizia da far battere il cuore che mio fratello mi aveva dato era definitivamente vera. Ho guardato il mio Nextel e ho visto che avevo 37 chiamate senza risposta. Ho immediatamente controllato la mia voicemail. Avevo più di 20 messaggi che dicevano che il mio negro era stato ucciso alle 21:33 del 2/6/2004 a Gardena Ca. Mi sono alzato immediatamente! Sono strisciato sotto la mia coperta e ho pianto molto sui miei cuscini per le due ore e mezza seguenti. Dopo aver realizzato che il mio negro non avrebbe più camminato per il quartiere di nuovo, ho ripreso a piangere. Sono uscito e ho visto che il quartiere era pieno di amici e famiglia. La maggior parte in lacrime, il resto in stato di incredulità. Ho passato il resto della giornata parlando agli amici, cercando di incoraggiare i miei negri a non fare cose stupide e sentivamo di dover fare qualcosa che dovesse essere strategico riguardo ciò appena fosse possibile. Il mio telefono ha suonato ogni 15-20 secondi tutti il giorno e non si è mai fermato. Ieri è stato senza dubbio il peggior giorno nei miei 24 anni di esistenza sulla terra. Mi sono svegliato sperando che quello accaduto ieri fosse un brutto sogno ma sono uscito stamattina e tutti erano nel quartiere tranne "Big Will". Sto ancora cercando di convincermi che il mio negro se ne è andato ma la realtà è che lui non avrebbe camminato per il quartiere mai più, non salterà più fuori e non tirerà più su la "B" (di Bloods, ndp) di nuovo. Tutto quello che lui voleva era finire il mixtape. Mi ha parlato il giorno in cui è morto e mi ha chiesto: "Chuck, pensi che sappiano chi sono???". Si lo sanno fratello e ci mancherai per sempre e per sempre sarai ricordato Blood. Ti voglio bene fratello e so che stai guardando su tutti noi adesso. Di a Mausberg che devono far fuori ancora un negro prima che questa roba di Compton muoia, negro mio. Non ti ho mai detto quante etichette stavano chiamando provando a realizzare qualche meeting per negoziare il tuo contratto perchè volevo che tu stessi arrabbiato, ma penso che col tempo tu saresti diventato il più grande MC uscito da Compton, fratello. Mentre scrivo con le lacrime inzuppano le mie Reebok, tutto quello a cui posso pensare è l'ultima cosa che mi hai detto prima di andartene: "Settembre Chuck, Settembre!!!". Ti vorrò bene per sempre negro e prometto che Compton tornerà al suo posto giusto nell'Hip Hop... voglio ringraziare tutti i fan e tutti coloro che ascoltavano la sua roba e credevano nel mio negro. Lui l'ha apprezzato e aveva amore per ognuno di voi, lo prometto... Black Wallstreet 4 Life "Big Homie"!!

di Penny Law