MC REN "KIZZ MY BLACK AZZ"

Con gli N.W.A già "sfasciati", il talentuoso MC Ren arriva nel '92 alla sua prima grande prova da solista con questo EP intitolato "Kizz My Black Azz", il tutto grazie al supporto "economico" di Eazy-E e della Priority Records.

 

 

 

 

01. Intro: Check It Out Y' All (produced by Bobby "Bobcat" Ervin)
Si parte con uno spettacolare e scratchatissimo intro, grandioso il basso di Mike "Crazy Neck" Sims che si ispira ad atmosfere d' altri tempi. 10/10

02. Behind The Scenes (produced by Bobby "Bobcat" Ervin)
Ecco la prima vera canzone... ed è già un capolavoro! Su una stupenda produzione estremamente Funk, il rapper di Compton si dà all' arte dello storytelling e il risultatato è strabiliante. Le liriche di Ren sono di una concretezza imbarazzante, è uno sceneggiatore, mentre ti ascolti il testo chiudi gli occhi e vedi il film. MC Ren racconta la storia di una ragazza con la puzza sotto il naso che guarda tutti dall' alto, una bella tipa che tutti si vorrebbero scopare e un giorno Ren la segue di nascosto fino a casa... la storia ha un clamoroso epilogo: uno squallido rapporto incestuoso tra figlia, padre e madre. Semplicemente un capolavoro. 10/10

03. Final Frontier (produced by Bobby "Bobcat" Ervin)
Singolo dell' EP per cui è stato girato anche un video.La produzione riprende un grande pezzo di KRS-One & Scott La Rock aka Boogie Down Productions, "The Bridge Is Over", e a mio avviso Bobcat riesce a dare un' ulteriore marcia a questa base, il sax nell' hook è la ciliegina sulla torta ma la grandezza di questo pezzo autocelebrativo va soprattutto ad MC Ren che qui rappa in un modo pazzesco, è uno schiacciasassi che non si ferma di fronte a niente e che di tanto in tanto per chiudere le rime ha delle accelerate impressionanti. Un altro classico, per me è tra i migliori pezzi solisti degli N.W.A. 10/10

04. Right Up My Alley (produced by Bobby "Bobcat" Ervin)
Si inizia con uno skit, poi MC Ren dopo una breve introduzione racconta semplicemente situazioni da quartiere tipiche degli N.W.A. su una base lenta con una batteria che per me è fantastica, è come una marcia, grande la parte strumentale tra una strofa e l' altra con voci e scratch in sottofondo. Siamo ancora a pieni voti. 10/10

05. Hounddogz (produced by The Torture Chamber, DJ Train & MC Ren)
Bellissima base, anche qui lenta, con una chitarra suonata nel modo giusto, nel ritornello tra i vari scratch si sentono alcuni sample tra cui l' immancabile "Atomig Dog". In questo pezzo Ren chiede di essere lasciato un po' in pace e di non essere perseguitato con le solite banali domande del tipo "Come va con Eazy? Come va con Dre? Quando esce il tuo album?". A mio parere la meno bella del disco, attenzione, non la più brutta. 9/10

06. Kizz My Black Azz (produced by Bobby "Bobcat" Ervin)
Si chiude alla grandissima, Bobcat mette insieme più campioni e tira giù una produzione veloce, ritmata, funkissima. MC Ren cavalca questo beat alla grande con il suo flow cattivo e parla della sua visione dell' Hip Hop, mandando a fanculo i puritani, quelli che dicevano che gli N.W.A. vendevano perchè dicevano le parolacce, quelli che odiavano quel Rap nato da quel magico gruppo di cui faceva parte Ren. Ho perso le parole... 10/10

Beh cosa volete che vi dica, la mia recensione l' avete letta e anche se si tratta di un EP di 5 sole tracce qua abbiamo sotto mano un capolavoro. Finalmente MC Ren dimostra di far parte dell' olimpo degli MC, il suo flow così perfetto e aggressivo unito a quelle liriche così potenti sono un marchio di fabbrica, inoltre è stato particolarmente bravo a mio parere perchè non si è fatto coinvolgere dalle beef tra gli ex N.W.A e sarebbe stato lecito se avesse deciso di dire qualcosa, meglio così perchè avrebbe fatto molto "male" alla sua vittima. Alle produzioni Bobcat ha fatto un lavoro egregio, non bisogna chiamarsi per forza Dr. Dre o DJ Quik per fare delle grandi basi. Che altro dire... correte a comprarlo!

VOTO: 10/10

di L Dogg