THA DOGG POUND "DOGG CHIT"

Ennesimo album, ennesimo flop per il Dogg Pound. Fatte queste premesse va comunque detto che "Dogg Chit" è forse il migliore dei dischi pubblicati recentemente dal duo. La vera differenza rispetto ai precedenti due dischi usciti poco prima di questo è la maggior presenza di sonorità più tipicamente West Coast e il ritorno alla produzione di Daz Dillinger. E questa è sicuramente una bella notizia, resta però il fatto che sotto l'aspetto dei contenuti non c'è niente di nuovo, niente di consistente, ma è anche normale se si pubblicano tre dischi (in coppia; se poi ci aggiungiamo anche quelli solisti arriviamo a sei o sette) in meno di due anni. Volendo essere onesti questo è più una continuazione di "Dillinger & Young Gotti II" rispetto a "Cali Iz Active", disco che aveva tentato di puntare più sul commerciale, anche quella volta fallendo.

01. Get Out My Way (produced by Daz Dillinger)
Si entra subito in medias res con un pezzo gangsta, base un po' troppo rieptitiva ma passabile. Le strofe non sono male. 6/10

02. I'll Bury Ya  (produced by Daz Dillinger & Ivan Johnson)
Si continua con atmosfere molto scure, odiosi i vocals ripetuti in sottofondo per il ritornello e anche i suoni di sparo. Pessima. 4/10

03. Everybody (produced by Daz Dillinger & Soopafly)
Buon pezzo, ai fan piace molto. Un'altra base scura, altro pezzo gangsta, le solite robe insomma. 7/10

04. Anybody Killa feat. The Game (produced by Daz Dillinger & Soopafly)
Atmosfera che fa troppo N.W.A. tipo "Efil4Zaggin" e mi piace! C'è The Game che fa una grandissima strofa, praticamente senza fare mai name-dropping, dite quello che volete ma per me oggi come oggi lui è uno dei migliori che ci sono nel West. Bellissima collaborazione. 8/10

05. Mo' Murder (produced by Daz Dillinger & Ivan Johnson)
Che noia, sempre le solite cose, tanto casino per nulla. Non capisco tutte queste prime tracce così pesanti. 4/10

06. Vibe feat. Snoop Dogg (produced by Daz Dillinger & Ivan Johnson)
Singolo molto tranquillo che è passato purtroppo inosservato, c'è anche un video ma i passaggi in TV sono stati pochissimi. Come scelta per un singolo lo trovo pessima perchè le canzoni così smooth nel 2007 non vendono niente. Come canzone in sè è invece un buonissimo, rilassato, con un synth spettacolare durante il ritornello. Arriva anche Snoop Dogg a dare una mano e il DPG splende come nei giorni d'oro. 9/10

07. Can't Get Enough feat. Too $hort (produced by Daz Dillinger & Ivan Johnson)
Troppo divertente, questo è il genere di canzoni P-Funk stupide che io adoro. Il ritornello rientra tra i soliti volgari stile DPG ma stavolta almeno mi fa ridere. La base è stupenda, Feel Good Music, suoni solari e simpatici. I nostri rappano tutti bene, la perla è Too $hort che porta la sua esperienza di pimp/rapper, si trova proprio nel posto giusto. 9,5/10

08. Dat Ain't My Baby (produced by Daz Dillinger & Ivan Johnson)
Una base molto lenta, bella per chi la sa apprezzare ma io ho bisogni di un po' di ritmo. Quello che odio di questa stupida traccia è il testo, con il solito messaggio ignorante tipico dei rapper: "Puttana, quel bambino non è mio". Ma smettetela, i DPG di tracce così idiote ne hanno fatte tantissime, è ora di crescere. 6/10

09. Thiz Gangsta Chit Iz Ourz (produced by Daz Dillinger & Ivan Johnson)
Altra traccia troppo niosa, pezzo Gangsta che non lascia segno. 4/10

10. 1 N 1 Out (produced by Daz Dillinger & Ivan Johnson)
Buon pezzo, forse un po' noioso il synth. Kurupt è passabile ma non mi convince molto quando sputacchia così, anche Daz fa il suo senza esagerare. 7/10

11. Where U From feat. Bad Azz (produced by Daz Dillinger & Ivan Johnson)
Ritorna Bad Azz ed è un evento! Era l'ultimo membro della DPGC a non essere tornato a collaborare con Kurupt dopo la riunione, Bad Azz infatti aveva detto che non avrebbe mai perdonato Kurupt per aver partecipato, anche se solo come spettatore, al suo pestaggio da parte di Spider e altri membri della Death Row. Evidentemente ha cambiato idea. Bel pezzo G-Funk, fa troppo Dogg Pound. 8/10

12. Throw Ya Hood Up (produced by Daz Dillinger & Ivan Johnson)
Carino, quello che apprezzo di questo disco è come Daz abbia cercato di ritornare al Funk, lasciando da parte esperienze deludenti come "Gangsta Crunk" e "So So Def" dove si era avvicinato troppo a sonorità South. Pezzo che si fa ascoltare, buona produzione P-Funk con l'aggiunta di un bel synth G-Funk. 7,5/10

13. It'z A Good Ass Day (produced by Daz Dillinger & Ivan Johnson)
Il capolavoro dell'album, una stupenda traccia estiva. E' una delle mie tracce preferite del Dogg Pound di tutti i tempi. E' per canzoni come questa che amo il West. Bellissima base, con l'utilizzo anche della talkbox di Roger Troutman in "California Love (Part 2)", Daz ha ancora talento, basta saperlo ben indirizzare e qui ci riesce sia sotto l'aspetto della produzione che del testo e flow, grandissimo. Bravo anche Kurupt, questi sono i loro suoni. E infine una menzione speciale per il ritornello, perfetto. 10/10

14. Pull Ya Drawz Down feat. Snoop Dogg (produced by Daz Dillinger & Ivan Johnson)
Gran finale P-Funk con suoni stupidi a manetta. Ritorna Snoop Dogg che fa una strofa accettabile e un bel ritornello. Ottimo modo di chiudere il disco. 9/10

BONUS TRACKS

15. Blast On Em feat. Brotha Lynch Hung (produced by Daz Dillinger & Ivan Johnson)
Sonorità South, in questa sezione bonus. Non mi piace per niente.  4/10

16. Bucc 'Em feat. Snoop Dogg & RBX (produced by Daz Dillinger & Ivan Johnson)
L'unica che si salva almeno un po', ma fa comunque schifo. 5/10

17. Blaze It Up feat. G-Malone, Jayo Felony, BG Knocc Out & Dre'sta (produced by Daz Dillinger)
Spazzatura. 3/10

Un disco che si dimentica alla svelta di avere nella propria collezione, a meno che non si sia dei grandi fan del Dogg Pound. Come detto è bello vedere che c'è sempre la mano di Daz dietro ogni beat, anche se praticamente ogni produzione è stata fatta in coppia con Ivan Johnson. Per chi non è più molto interessato al duo (e a vedere in numeri sono sempre di più), c'è poco che impressioni veramente, tutto sa di già sentito. Se siete dei veri fan però apprezzerete senz'altro questo disco, specialmente fino alla traccia 14, assolutamente da dimenticare  le 3 tracce Bonus, con le solite scopiazzate dal South, che per forza di cose compromettono il voto finale.

VOTO: 7,5/10

di Davizz