DEATH ROW RECORDS

La Death Row Records venne fondata da Marion "Suge" Knight e Andrè "Dr. Dre" Young nel 1992, all'interno della Godfather Entertainment, un'impresa fondata da Suge Knight, The D.O.C. e Harry-O. La Godfather Entertainment venne presto sciolta dopo che Harry-O fu condannato per una pena da scontare in prigione fino al 2006.
Prima di fondare la Death Row, Suge Knight faceva la guardia del corpo (tra i suoi datori di lavoro vi erano Bobby Brown e The D.O.C.) e precedentemente aveva anche giocato a Football per gli L.A. Rams. Suge conobbe Dr. Dre negli studi della Ruthless Records e gli raccontò del suo progetto di voler creare un'etichetta discografica e Dr. Dre, che con gli N.W.A non aveva voce in capitolo dal punto di vista finanziario, rimase colpito dall'idea.
Suge era il manager di Chocolate, che scrisse il testo di "Ice Ice Baby", la più grande hit di Vanilla Ice, e con lui voleva fondare la Funky Enough Records. Vanilla Ice accettò di pagare i diritti d'autore a Chocolate che poi avrebbero aiutato a finanziare "The Chronic"; per ottenere questi soldi Suge appese fuori dalla finestra Vanilla Ice. Chocolate aiutò anche DJ Quik a scrivere la canzone "Born & Raised In Compton", che venne data da Suge a DJ Quik dopo che il progetto Funky Enough non decollò. Suge, che era cresciuto a Compton nel quartiere dei Mob Piru, voleva Dr. Dre e così andò con alcuni Bloods negli studi della Ruthless a convincere i dirigenti a lasciarlo andare. Suge riuscì sciogliere i contratti di Dr. Dre, Michel'le e The D.O.C.; successivamente Suge Knight e Dr. Dre fondarono la Death Row, con il 50% delle azioni per ognuno. In quel periodo Dr. Dre conobbe Snoop Dogg, il miglior amico del suo fratellastro Warren G, e rimase colpito dal suo modo molto smooth di rappare, come disse Dre stesso in quel periodo tutti i rapper urlavano mentre Snoop cantava con uno stile totalmente nuovo. Fu così che nel 1992 Dr. Dre e Snoop Doggy Dogg pubblicarono il singolo "Deep Cover" per la Solar Records, la canzone che rese Snoop Dogg una star immediata.
Suge Knight era il business man che non si esponeva mai in pubblico mentre Dr. Dre era il produttore che si  occupava del lato musicale; tra i soci per i primi anni vi era anche Harry-O, ma ciò non venne mai ufficializzato anche perchè i soldi di Harry-O provenivano dal mondo della malavita. Nel 1991 ancora nessun artista aveva formalizzato il suo contratto con la Death Row, ma il roster comprendeva di fatto: Dr. Dre, Snoop Doggy Dogg, Nate Dogg, Warren G (che poi fu l'unico a non ottenere un contratto), Michel'le, Jewell, Lady Of Rage, Kurupt, Dat Nigga Daz, Soopafly, RBX, Sam Sneed, Chocolate e altri ancora. Tutti questi artisti aiutarono Dr. Dre nella realizzazione del suo album d'esordio da solista. Dopo aver completato l'album, Suge e Dre incominciarono a cercare una compagnia che potesse distribuire gli album della Deaht Row; gli unici disposti a entrare in affari con un'impresa così vicina al mondo della criminalità furono quelli dell'Interscope Records, che in quel periodo era vicina al fallimento. Il 15 Dicembre del 1992 Dr. Dre pubblicò The Chronic, che ottenne un successo stratosferico, cambiando per sempre il mondo dell'Hip Hop; le vendite permisero inoltre all'Interscope non solo di salvarsi ma di diventare l'etichetta più potente del mondo della musica. I singoli furono "Dre Day", "Let Me Ride" e "Nuthin' But A G Thang", forsa la più grande canzone G-Funk mai realizzata. Il disco era pieno di diss nei confronti della Ruthless Records ma come disse Eazy-E: "[Dr. Dre] Spero che i tuoi fan sappiano che Dre Day ha soltanto fatto il giorno di paga per Eazy" (non molti infatti sanno che Eazy-E ottenne una percentuale dei guadagni di "The Chronic"). 
L'epoca d'oro della Death Row era ormai cominciata a tutti gli effetti, il gruppo di artisti che aveva realizzato l'album di Dr. Dre si rimise subito a lavoro, questa volta per l'album d'esordio di Snoop Doggy Dogg. Doggystyle venne pubblicato il 23 Novembre del 1993 e divenne il disco Rap più venduto nella prima settimana di uscita. Tutto stava andando benissimo per la Death Row Records, ma è proprio in questo momento che avvenne un fatto che avrebbe minacciato per sempre l'esistenza dell'etichetta stessa. Snoop Dogg e la sua guardia del corpo McKninley Lee furono accusati dell'omicidio di Phillip Woldermarion, un criminale che aveva minacciato in diverse occasioni Snoop Dogg. La causa andò avanti per due anni e si concluse con l'assoluzione degli imputati che avevano agito per legittima difesa. 
Il 22 Marzo del 1994 venne pubblicata la colonna sonora del film Above The Rim, che aveva tra i protagonisti Tupac Shakur. L'album ottenne lo status di 2x platino grazie sopratutto al singolo di Warren G e Nate Dogg intitolato "Regulate", che è una delle canzoni più famose della storia della West Coast. Warren G era di fatto uno dei membri più importanti della Death Row ma non ottenne mai un contratto e così firmò per la Def Jam; il motivo principale di questa situazione era il fatto che Suge detestava Warren, soprattutto per i suoi shout out ai Crips che Suge non sopportava (è curioso come Snoop abbia incominciato a parlare di Crip solo dopo aver lasciato la Death Row), ed è anche per questo che nel secondo album di Warren G non c'è la presenza di nessun membro del DPG, perchè Suge gli disse di rimuovere quelle canzoni, eccezion fatta per "Annie Mae" con Nate Dogg. Nella colonna sonora vennero pubblicate anche altre grandi canzoni, come ad esempio "Pour Out A Little Liquor" di 2Pac, il quale realizzò anche "Pain" e "Loyal To The Game" ma che non furono inserite nel CD. A The Lady Of Rage, il cui album doveva essere inizialmente pubblicato dopo quello di Dr. Dre, fu data un'occasione di farsi notare grazie alla presenza del singolo "Afro Puffs", contenuto sempre nella colonna sonora del film.
La Death Row pubblicò poi la colonna sonora di Murder Was The Case, un breve film che vedeva come protagonista Snoop Dogg. Anche questa soundtrack andò benissimo, questa volta grazie sopratutto a canzoni come "Dollaz + Sense" di DJ Quik (che ha prodotto diverse canzoni per questo disco) e "Natural Born Killaz" di Dr. Dre & Ice Cube, per la prima volta insieme dopo aver lasciato gli N.W.A. Nel video c'è anche un piccolo cameo di 2Pac, era quindi evidente che i rapporti tra Tupac e Suge erano già ottimi prima ancora della firma per la casa discografica. Nella colonna sonora appaiono anche i Jodeci (K-Cì, JoJo, DeVante e Mr. Dalvin) che, così come DJ Quik, avevano scelto Suge Knight come loro manager, pur non essendo tuttavia sotto contratto con la Death Row. 
Ai The Source Awards del 1995 a New York ci fu una memorabile performance di 10 minuti da parte di: Dr. Dre, Sam Sneed, DJ Quik, Lady Of Rage, Tha Dogg Pound, Nate Dogg e Snoop Dogg mentre DJ Pooh era ai piatti. Ma quello non fu l'unico grande evento della serata; quando Suge salì sul palco insieme a Danny Boy per ritirare un premio fece un commento che diede inizio alla guerra tra la Death Row e la Bad Boy: "Se non volete che il vostro CEO sia in tutte le vostre canzoni, in tutti i vostri video.. venite alla Death Row!". Era un chiaro diss a Puffy, che secondo Suge era coinvolto nell'omicidio di Jake Robbles, un suo caro amico, ad Atlanta ad una festa organizzata da JD. Nello stesso periodo 2Pac si trovava in prigione e aveva rilasciato un'intervista a VIBE dicendo che Puffy e Biggie avevano organizzato l'agguato di New York durante il quale era stato raggiunto da 5 colpi di proiettile.
2Pac e Suge avevano molte cose in comune e ciò che avvenne in seguito è storia. Suge Knight ebbe un'intuizione geniale e andò a trovare 2Pac in prigione, proponendogli di firmare per la Death Row. All'inizio 2Pac era titubante ma Suge lo convinse che insieme avrebbero potuto fare grandi cose. 2Pac, che in quel momento aveva il suo album "Me Against The World" in cima alle classifiche, accettò e il 16 Settembre del 1995 firmò un contratto di 4 pagine scritto a mano. Nel breve contratto 2Pac aveva espressamente richiesto che nel suo prossimo album sarebbero state incluse produzioni di Dr. Dre e una collaborazione con Snoop Dogg; il contratto prevedeva la realizzazione di 3 album. Nell'Ottobre del 1995 Tupac Shakur venne scarcerato, grazie ad una cauzione di 1.4 milioni di dollari pagati da Suge Knight. 
Il 31 Ottobre del 1995 Tha Dogg Pound, il duo composto da Kurupt e Daz, pubblicò Dogg Food, che esordì al numero uno di Billboard, confermando ancora una volta la potenza della Death Row. Al party di debutto di quell'album, avvenuto a Las Vegas al Club 662 (dove quel numero sta a significare MOB), il locale di Suge Knight, 2Pac fece la sua prima apparizione ufficiale come artista della Death Row. Tornando all'album, stupisce come Dr. Dre non abbia prodotto nessuna canzone; fu infatti una decisione di Daz, il quale sapeva bene che Dre era un maestro nel rubare i crediti. La canzone più famosa dell'album è "New York, New York" che non fece altro che aumentare l'odio tra East e West Coast. Durante le riprese del video, girato proprio a New York, volarono anche alcuni colpi di proiettile sparati da assalitori non identificati. 
Ma ormai la storia della Death Row aveva cambiato binario, con l'entrata in scena di 2Pac tutti gli occhi erano su di lui. 2Pac promise a Suge che avrebbe fatto un album che avrebbe davvero messo la Death Row sulla mappa, pur riconoscendo il grande lavoro fatto da Dre e Snoop, 2Pac assicurò Suge che avrebbe portato la casa discografica su un'altro livello, e lo fece! 2Pac realizzò in sole due settimane All Eyez On Me, il primo doppio disco della storia dell'Hip  Hop. L'album venne pubblicato il 13 Febbraio del 1996 e raggiunse il livello di 9 volte platino, classificandosi come il più grande successo nella gloriosa storia della Death Row. Nel disco 2Pac vuole mostrare quanto si senta parte di questa sua nuova famiglia ed è per questo che collabora davvero con ogni artista dell'etichetta, anche se uno di loro non era entusiasta dell'idea. Si trattava di Dr. Dre che stava già pianificando la fuga dalla Death Row e aveva persino già pronto il singolo per la sua nuova etichetta, l'Aftermath Records, intitolato "California Love". Suge sentì questa canzone e disse che sarebbe stato il primo singolo di 2Pac, cogliendo Dr. Dre in contro piede che decise allora di partecipare a questo progetto rifacendo con 2Pac e Roger Troutman "Calfornia Love", che divenne poi una delle canzoni più famose della storia della musica. Nei mesi seguenti 2Pac continuò a pubblicare singoli e video di successo da quest'album come: "2 Of Amerikaz Most Wanted" con Snoop Dogg, "How Do U Want It" con K-Cì & JoJo, "All About U" e "I Ain't Mad At Cha". In quel periodo 2Pac pubblicò anche il maxi-single "California Love/How Do U Want It" che conteneva come B-Side la più grande diss track della storia, "Hit 'Em Up"; nel video veniva anche annunciato il disco degli Outlawz, intitolato "Immortals", che però non venne mai pubblicato. La tensione con la Bad Boy raggiunse i massimi livelli e i media pubblicizzarono questa beef come una guerra tra l'East e il West, quando in realtà era solo uno scontro tra individui, tra la Death Row e la Bad Boy, non certo tra coste. A prova di ciò vi è il progetto "One Nation" voluto da 2Pac, un disco con diverse collaborazioni tra rapper della West Coast e dell'East Coast.
Poco dopo l'uscita di "All Eyez On Me" Dr. Dre lasciò la Death Row Records, poichè non si sentiva più a suo agio in quell'ambiente dominato da gangstaz e banditi. In quello stesso periodo venne messo sotto contratto MC Hammer, che realizzò alcune canzoni con 2Pac e Tha Dogg Pound. Nonostante l'uscita di uno dei due fondatori, la Death Row andava ancora alla grande e la sera del 4 Luglio del 1996 tutti gli artisti della Death Row si trovarono all'House Of Blues per un memorabile concerto (il DVD di quella serata verrà pubblicato il 10 Ottobre del 2005). Tra i nuovi progetti vi era quello di espandere la Death Row anche nel campo dell'R&B; tra gli artisti principali vi era Danny Boy, all'epoca ancora minorenne, adottato da Suge, che era apparso in diverse tracce di "All Eyez On Me". Danny Boy registrò anche un disco, prodotto per metà da DJ Quik, che però non venne mai pubblicato. Un'altro progetto molto importante era la fondazione della Death Row East, che avrebbe avuto come presidente Eric B; tra gli artisti che Suge voleva firmare vi erano i Run DMC (che la notte in cui fu ucciso Tupac si trovavano al Club 662), il Wu-Tang Clan (Method Man era interessato all'idea), Treach, Bobby Brown, Big Daddy Kane e i Jerzey Mob (un gruppo di giovani rapper amici di 2Pac). Si parlò per la prima volta di Death Row East il 4 Settembre del 1996 quando 2Pac, Snoop, Suge e il resto della Death Row andarono agli MTV Video Music Awards a New York. Quella stessa notte 2Pac e Nas si incontrarono e, davanti a centinaia di testimoni, decisero di chiudere la loro beef. Prima di ritornare a Los Angeles, Snoop Dogg andò in radio a dire quanto volesse bene a Puffy e Biggie e questo fece infuriare 2Pac.
Qualche giorno dopo Tupac e Suge si recarono a Las Vegas e qui avvenne la tragedia. Il 7 Settembre, dopo aver visto un combattimento tra Tyson e Seldon, 2Pac e Suge si scontrarono con Orlando Anderson, un membro dei Southside Crips che aveva rubato la catena della Death Row ad un loro amico. Poche ore dopo 2Pac e Suge, seguiti da Frank Alexander e gli Outlawz, presero la strada per il Club 662 ma non vi arrivarono mai. Ad un semaforo una Cadillac bianca si affiancò alla loro BMW e degli assalitori non identificati fecero fuoco. Tupac fu raggiunto da quattro colpi di pistola, fu portato all'ospedale di Las Vegas, dove il 13 Settembre spirò. Quel giorno con 2Pac morì anche la Death Row e il West Coast Rap. I media non perdonarono mai la West Coast per quest'atto così violento, specialmente dopo che Notorious B.I.G. venne ucciso nel Marzo del 1997 a Los Angeles, in un omicidio forse in riposta alla morte di 2Pac.
Il 5 Novembre del 1996 venne pubblicato il primo album postumo di 2Pac, registrato sotto l'alias di Makaveli: The Don Killuminati, intitolato The 7 Day Theory, che esordì al numero 1 delle classifiche vendendo 700.000 copie nella prima settimana (in quel momento 2Pac aveva tre dischi nella Top 100 di Billboard, una cosa mai vista per un rapper). Dr. Dre aveva lasciato l'etichetta, 2Pac era morto e Suge venne condannato a sette anni di prigione per non aver rispettato la libertà vigilata, prendendo parte alla rissa di Las Vegas. L'epoca d'oro della Death Row era finita. Snoop era l'ultima star rimasta ma dopo aver pubblicato il suo secondo album, The Doggfather, decise di lasciare l'etichetta. Nei mesi seguenti vennero pubblicate le colonne sonore di Gridlock'd e Gang Related, due film di 2Pac, che ottennero un grande successo. Il disco che chiuse ufficialmente l'epoca d'oro della Death Row fu Retaliation, Revange And Get Back di Daz Dillinger, pubblicato nel 1998, dopo di che anche il Dogg Pound, le ultime icone rimase, lasciarono l'etichetta.
Quello che avvenne negli anni seguenti è la storia di un'etichetta finita che non aveva niente in comune con la gloriosa azienda che fatturò oltre 300 milioni di dollari in pochi anni. E' la storia di una piccola impresa sempre al centro di gossip ma con pochi dischi pubblicati e sopratutto con pochissime vendite. Quando Suge uscì di prigione decise di provare a dar vita alla seconda dinastia, ribattezzò l'etichetta Tha Row (anche se presto tornò sui suoi passi, riproponendo il nome originale). Tra gli artisti principali vi era Crooked I, il cui album d'esordio è stato rimandato tante di quelle volte che non si riesce a tenere il conto, fu così che quando scadde il contratto Crooked I lasciò l'etichetta. Un'altro artista di punta era Kurupt, ritornato alla sua vecchia etichetta dopo aver abbandonato i DPG, il cui album, intitolato Against The Grain, fu anch'esso rimandato diverse volte e venne pubblicato soltanto nell'Agosto del 2005, dopo che Kurupt prese la saggia decisione di ritornare con il Dogg Pound. Il disco è stato un grande flop e sta lì a testimoniare come la Death Row non conti più niente nel mondo della musica. Cosa resta della Death Row oggi? Soltanto un'artista, Petey Pablo, e il suo CEO, che il 28 Agosto 2005 è stato ferito alla gamba da un colpo sparato da un assalitore non identificato.

di Penny Law