GLI ULTIMI GIORNI DI EAZY-E

Il 15 Marzo, Eric "Eazy E" Wright era steso nell'unità di terapia intensiva del Cedars-Sinai Medical Center a Los Angeles. Aveva 31 anni e stava combattendo per la sua vita. Pesantemente sedato Eazy aveva il tubo di un respiratore giu nella gola per aiutarlo a respirare. Nella stanza solo un paio di amici e Tomica Woods, la sua nuova moglie e madre del suo figlio più giovane, erano stretti attorno al letto.  "Gli abbiamo detto che gli abbiamo voluto bene" dice Jacob T., un Samoano di 1,87 m per 140kg, uno delle due guardie del corpo di Eazy. Lui e suo fratello, John T., erano con Eazy quasi sempre nei suoi ultimi giorni. "Ma lui non poteva parlare, quindi gli abbiamo detto di stringere le nostre mani se ci sentiva. L'ha fatto". Big Man (a.k.a. Micheal Rucker), è cresciuto con Eazy a Compton, arrivato all'ospedale si tolse un anello d'oro che sua moglia gli aveva regalato per i loro 10 anni di matrimonio e lo mise nell'indice di Eazy. "Gli ho detto che volevo che me lo rendesse quando sarebbe uscito di li". Ma Eazy non ci sarebbe mai uscito di li. Il suo sistema immunitario era diventato troppo debole per poter combattere l'infezione che stava devastando i suoi polmoni. Circa una settimana dopo, Eric Wright diventò incoscente e rimase in quello stato fino alla sua morte il 26 Marzo 1995 alla 6:35pm, dovuta all'AIDS. L'annuncio che Eazy aveva contratto il virus dell'AIDS mandò sotto shock il mondo dell'hip hop. Fans, amici, giornalisti erano tutti intorno il 16 di Marzo quando il suo avvocato, Ron Sweeney, lesse una dichiarazione del suo cliente fuori dal vecchio edificio della Motown a Hollywood. Il fondatore degli NWA, l'uomo che popolarizzo il Gangsta Rap in tutto il mondo, si trovava ora nel ruolo di educatore riguardo al problema dell'AIDS: "Vorrei far si che il mio problema serva a qulcosa di utile che raggiunga tutti i miei Homeboys" disse Eazy attraverso Sweeney". "Voglio salvare i loro culi prima che sia troppo tardi. Non cerco nessuno da incolpare all'infuori di me". 
Eazy non disse (e probabilmente nemmeno sapeva) come aveva contratto il virus, sotto intese che la cuasa erano i troppi rapporti sessuali non protetti con donne. "Ho 7 figli da 6 differenti donne", continua la dichiarazione, "Forse il successo è stato troppo buono per me". Negli studi di The Beat, la KKBT-FM di L.A. dove Eazy aveva condotto uno show ogni sabato, squillo il telefono. Era Snoop Doggy Dogg, che , in una chiamata piena di momenti silenziosi diceva che lui stava pregando per Eazy. Il giorno successivo fu il turno di Ice Cube. 
"Io e Eric avevamo risolto i nostri problemi" disse Cube "L'ho visto a New York, e avevamo parlato a lungo. Stavamo ridendo e parlando di come gli NWA sarebbero dovuti tornare insieme, sto aspettando la chiamata dall'ospedale che mi dice che lui sta bene per andare a trovarlo....e fargli sapere che è sempre il mio homie quando viene da me".  Venerdì 17 Marzo, Dr.Dre che si era scambiato cattivi insulti con Eazy dalla separazione degli NWA fece una visita al Cedars-Sinai. Dre entrò dentro; vide Eazy. Solo lui sa cosa, se qualcosa, fu detto. Da quel momento il centralino dell'ospedale non stette più zitto per due giorni. "Siamo stati sommersi da migliaia di chiamate che chiedevano di Eazy E", dice Paula Correia, direttrice delle pubbliche relazioni al Cedars-Sinai. "Tanti giovani, persone emozionate, sconvolte, preoccupate. Abbiamo avuto tante celebrità ricoverate qua...Lucille Ball, George Burns, Billy Idol.. ma mai così tante chiamate". Ma non tutti furono simpatici. Un membro dello staff dell'ospedale afferma che certe donne, che dichiaravano di essere state amanti di Eazy chiamavano facendo minacce di morte. In giro per il paese, durante una discussione in Virginia, il rapper di compton DJ Quik stava dicendo che Eazy E sapeva di avere la malattia 2 anni fa e perferì portarla in giro. (L'impiegata della Ruthless Records Keisha Anderson andò alla KKBT il 16 Marzo e disse che "Eazy aveva fatto il test 18 mesi fa, ed era negativo") Le voci rimbalzavano: Eazy era un frocio, Eazy era un eroinomane. Eazy era sul letto di morte, Eazy stava meglio, le voci non si fermavano.La frenesia di queste voci dicevano più dell'ansia che circolava per il mondo dell'hip hop che di come Eazy stesse realmente. 
Eazy era la prima figura musicale di primo piano non omossessuale dichiarato a morire di AIDS. Ma invece che focalizzarsi sull'opprtunità di educare, i media fecero passare la sua morte abbastanza inosservato. MTV ha dedicato una copertura di giornate intere alla morte suicida di Kurt Cobain, ma solo qualche minuto alla morte di Eazy nei loro programmi di News. Il New York Times e People offrirono una copertura non molto completa, e BET sembrò l'unica sveglia al timone! Il poco interesse dei media era ancora più vergognoso se si pensa che i fan di Eazy (per la maggior parte giovani di colore) stanno contraendo il virus in un numero sempre più accellerato. 
Era partito dall'essere un ragazzino di Compton che veniva beccato a spacciare o a compiere altri crimini ed era arrivato a formare legalmente la sua casa discografica, la Ruthless Records. Col suo stile Eazy conò il termine "Boyz-N-The Hood" e aprì l'era del gangsta rap. "Finche la gente parla di te" disse l'uomo che era conosciuto anche dall'FBI per le sue rime e allo stesso tempo era riuscito a passare un po di tempo con George Bush "le persone continuano a ricordarti" 
Proprio prima di ammalarsi Eazy era nel massimo momento di splendore per i suoi affari: stava comprando una scrittura cinematografica, producendo i Bone Thugs-N-Harmony e si preparava a pubblicare il suo tanto ritardato doppio album, una collezzione con più di 70 canzoni registrate con tantissima gente, da Bootsy Collins a Slash dei Guns N' Roses. "Era guidato da un pensiero, se dormiva stava perdendo qualcosa" dice Jerry Heller, il suo amico di lunga data, non che manager peronale e discussissimo general manager della Ruthless Records. "Aveva paura che le persone lo potessero superare. Semplicemte non ha mai dormito". "Eazy ha vissuto la vita vera e propria del G" dice Rhythm D, un suo ex compagno di stanza e produttore. "Lo sapete...un MACK". Heller lo dice in modo più gentile "Eazy amava le donne. Ne aveva tante, tanti figli. Erano una grande parte della sua vita". "Sapevo che dormiva con altre", dice una delle sue ragazze più recenti, "ma non sapevo fino a che punto. Solo quando è andato in ospedale ho scoperto che stava vivendo con quest'altra donna, Tomica. Ma con me è sempre stato buono. Per quel che mi riguarda saremo potuti stare ancora insieme". Linda Bell, la madre del secondo figlio di Eazy per ordine di età, una ragazzina di 9 anni, dice che lei e Eazy non si vedevano più ma che lui provvedeva comunque al sostentamento della bambina. Nel giorno in cui ha fatto il test dell'HIV ha parlato apertamente del suo ex amante: "Eazy era molto impegnato ed era difficile per lui passare molto tempo con sua figlia. Poco prima di ammalarsi aveva detto che l'avrebbe presa per un po e portata con lui a qualche evento. Non ha mai avuto la possibilità". Nonostante Eazy vivesse un stile di vita da Playa, la sua morte sembra come venuta fuori dal nulla. "E' stato uno shock per tutti" dice Steffon un Mc firmato dalla Ruthless Records "Circa una settimana prima che fosse ricoverato ero a casa sua ed era lo stesso vecchio E. Ci stavamo rilassando, ascoltando registrazioni, fumando erba.. parlando d'affari." 
Secondo la sue guardie del corpo, Eazy aveva avuto dei piccoli sintomi della malattia a metà Gennaio e qualche difficoltà respiratoria ma non aveva voluto vedere nessun dottore. "Aveva problemi di bronchite da quando era piccolino" dice Big Man. "Quindi per lui non era nulla di nuovo". Ma questi problemi andarano in crescendo e Martedì 16 Febbraio Jacob T. e Big Man lo portarono al pronto soccorso del Norwalk Community Hospital. "Suonava peggio di quanto l'avessi mai sentito" dice Big Man, "ma non ci sarebbe andato se fosse stato per lui. Praticamente l'abbiamo portato la con la forza!". La diagnosi fu problemi respiratori e fu dimesso il 19 Febbraio. Dopo aver lasciato l'ospedale, tornò a casa a Topanga Canyon, dove si risposò cercando di sueprare quello che tutti credevano avesse: una bronchite legata all'asma. 
"Quel Martedì abbiamo dormito a casa sua" dice Jacob "Eazy continuava a tossire e respirare male, aveva un appuntamento col suo dottore il giorno dopo". Il venerdì 24 febbraio, Eazy fu ricoverato al Cedars-Sinai Medical Center, sotto il nome di Eric Lollis, gli fu data la stanza numero 5105 dove gli venivano dati antibiotici per l'infezione polmonare. "Era più piccolo perchè il suo appetito era diminuito. Ma non aveva ne lesioni ne comportamenti dementi. E comunque nessuna cosa che possa essere associata all'AIDS" dice Charms Henry, ex assistente di Eazy e suo personale amico, "lo so perchè ho perso uno zio così l'anno scorso". All'ospedale Eazy vestiva dei boxer lunghi neri firmati Calvin Klein e a volte una veste da camera per coprire un po il suo corpo. Sua madre gli portava cibo fatto a casa e frutta fresca, aveva una radio ma per la maggior parte del tempo guardava la televisione. "Io e una delle sue fidanzate eravamo la che lo facevamo muovere un po in giro" dice Henry, "Ma non poteva camminare molto per via dei suoi polmoni. Il suo umore andava su e giù e cercavamo di tirarlo su. Facevo l'uomo che correva del video di Montell Jordan "This is How We Do It" e lui rideva". La diagnosi fu fatta il primo di Marzo, AIDS dicevano i dottori. "Me disse che non era giusto" dice Henry con voce tremolante "che non voleva morire, disse che non gli importava niente se non avesse avuto più nulla; disse che non gli importava di quello che dicevano, se solo avesse potuto togliere la capotta della sua macchine e cavalcare la costa solo per un altra volta". "Lei ve l'ha detto vero!?" così Eazy disse a Big Man e Jacob T. che stava morendo di AIDS. Il "lei" stava per colei che stava per diventare sua moglie, Tomica, la quale era rimasta al fianco del suo letto da quando era stato ricoverato. Eazy era in calendario per un operazioni il giorno dopo, il 15 Marzo, in modo che il sangue in eccesso potesse essere drenato dai suoi polmoni. Dal momento che si rese conto che c'erano possibilità che non sopravivesse all'operazione sposò Tomica Woods. Subito dopo sia lei che il loro figlioletto risultarono negativi al test per l'HIV, anche se non erano del tutto fuori pericolo visto che il virus a volte ci mette mesi per essere visibile ai test. 
Eazy recitò le sue promesse matrimoniali approssimativamente alle 9.30pm del 14 Marzo. Non era in grado di stare in piedi. I suoi genitori, Kathie(amministratrice scolastica) e Richard Wright(lavoratore delle poste in pensione), erano la così come sua sorella Patricia e suo fratello Kenneth. La stessa notte Eazy firmo un contratto con la supervisione dell'avvocato Sweeney che diceva che Tomica era erede del suo impero. L'operazione, comunque sia, non venne mai fatta infatti poco dopo il tramonto fu trasferito all'unità di terapia intensiva. La gli venivano date le cure per cercare di tenerlo in vita. 
"Mi hanno detto che non potevano drenare il sangue dai suoi polmoni perchè era troppo debole" dice Jacob. Da questo momento in poi Eazy rimase in condizioni critiche. Charms Henry lo vide il 24 Marzo, due giorni prima della sua morte. "Ci stavo parlando ma non rispondeva", dice "sembrava sveglio, era la prima volta che sembrava tranquillo da molto tempo, sembrava in pace" 
Meno di 24 ore dopo la morte di Eric Wright era gia battaglia per l'eredità. Mike Klein, il direttore degli affari della Ruthless citò in causa per 5 milioni di dollari sia Tomica che Ron Sweeney che era diventato il legale di Eazy nel Gennaio del 1995. Klein non trovava giusto che ora la Ruthless fosse loro. In una mozione il 27 Marzo davanti alla corte di L.A., Klein chiese il 50% della label per via di un contratto firmato con Eazy nel 1992. Klein disse di aver licenziato Sweeney il 24 Marzo, e che quando lui si presentò alla Ruthless il 27, 10 agenti di sicurezza ne bloccarono l'entrata. Il dipartimento di polizia di Los Angeles fece intterrompere le attività degli uffici della compagnia situati a Woodland Hills con l'ordine di tenerli chiusi fino a che la disputa non sarebbe finita. Klein disse a Vibe che Eazy non aveva espresso nessun interesse nel matrimoni e che qualsiasi cosa avesse firmato, l'aveva fatto solo perchè non era più proprietario delle sue capacità mentali. Sweeney e Tomica Woods non rilasciarono dichiarazioni riguardo ciò. Più di una ex ragazza di Eazy si chiedeva come sarebbe andata la faccenda del manetenimento dei figli: "Nono sono una groupie che cerca dei soldi", dice Tracy Jernagin, madre di Erin, 4 anni e figlia del defunto rapper. Tracy assunse un legale per mettere al sicuro gli interessi della figlia. "Eric era molto generoso e voleva molto bene a sua figlia. So che vorrebbe che lei continui ad essere curata". 
Lasciando perdere chi si meriti la sua fortuna (stimata 35 milioni di dollari), Eazy merita rispetto per molte cose: per essere stato un pionieri della musica più funky e hardcore che sia mai stata fatta; per aver aperto gli occhi della gente alle sofferenze della gente del ghetto; per essere stato un imprenditore di successo; per essere stato uno dei primi a mandare a fare in culo i polizziotti in una canzone. Sin dalla sua morte il fatto che più è rimasto in piedi e che la sua musica ha glorificato senza imbarazzo lo stile di vita che lo ha portato a morire. "Feel a little gust of wind/ and i'm jettin" rappa in Straight Outta Compton. "But Leave a memory no one'll be forgettin/ So whut about that bitch who got shot!?/ fuck her/ you think i give a damnd about a bitch?/ I aint a sucker/ This is the autobiography of the E/ and if you ever fuck with me you'll get taken." Be, lui lha preso. La verità è che l'atteggiamento di invincibilità che traspare dall'hip hop è uno scherzo di fronte al virus chiamato AIDS.  Quando se l'è preso Magic la gente ha pensato a ciò per un minuto" dice l'ex NWA DJ Yella "ma tutti conoscevano Eric; lui è qua nelle strade. La sua morte di AIDS ha fatto pensare molte persone". Solo pochi giorni dopo la sua morte un giovane venditore di strada stava in piedi all'angolo tra Florence e Crenshaw Bouleverd a South Central Los Angeles vendendo magliette. 2 settimane prima probabilmente sulle T Shirt trovavi scritte come FREE OJ o BITCHES AINT SHIT. Ora le magliette dicono in grandi caratteri neri: AIDS IS RUTHLESS. SO TAKE IT EAZY. RIP 3/26/95 

Le Ultime Parole di Eazy-E
"Magari non sembrerò un ragazzo adatto per predicare o per recitare un sermone, ma sento che è tempo di testimoniare perchè ci sono persone che si interessano a me e sentono tante storie in giro. Ero un fratello delle strade di Compton che faceva tante cose che la gente guarda dal basso verso l'alto, ma alla lunga hanno pagato. Poi abbiamo iniziato a rappare di cose vere che hanno shoccato il dipartimento di polizia di Los Angeles e l'FBI. Ma i nostri messaggi li dicevamo alla grande e tutti quanti in America hanno iniziato a dare qualche attenzione ai "Boyz-N-The Hood". In poco tempo la nostra rabbia e le nostre speranze infastidirono tutti. Ci fu una grande ricompensa per me, come belle macchine, magnifiche donne e bella vita. Era come un vero divertimento che non si fermava mai. Non sono nemmeno religioso, ma giusto o sbagliato io sono questo.
Non dico questo per cercare un cuscino più morbido ovunque dovrò atterrare, sento solo che ho migliaia e migliaia di giovani fan che devono imparare come sono davvero le cose quando ti viene l'AIDS. Come gli altri prima di me, voglio che il mio problema serva a qualcosa di positivo che raggiunga tutti i miei homeboys e i loro parenti. Perchè voglio salvare i loro culi prima che sia troppo tardi.
Non voglio incolpare nessuno all'infuori di me. Ho imparato nella scorsa settimana che questa cosa è vera, e non fa discriminazioni. Prende tutti. La mia ragazza Tomika e io siamo stati insieme per 4 anni e di recente ci siamo sposati. E' brava, gentile e un ottima madre. Abbiamo un bambino che ha un anno. Prima di Tomika ho avuto altre donne, ho 7 figli da 6 madri differenti. Forse il successo è stato troppo buono con me, voglio bene a tutti i miei figli e me ne sono sempre preso cura. Ora sto combattendo la lotta più dura della mia vita, e non è facile. Ma voglio dire che ho tanto amore per coloro che sono sempre stati con me. E grazie per il vostro supporto. Ricordate: "E' il VOSTRO tempo e la VOSTRA vera vita".
[NOTA: Alcuni dei suoi migliori amici hanno dichiarato che queste parole non sono state tutte scritte da Eazy E sono state ri assestate bene dal suo legale per la conferenza stampa, probabilmente per il fatto che Eazy avesse usato parolacce nel suo discorso].

di LazyBud