SUGA FREE "JUST ADD WATER"

A soli due anni da "The New Testament", Suga Free ritorna con il suo terzo album da solista. La differenza principale rispetto ai dischi precedenti balza subito all'occhio ed è anche la causa del flop di questo disco: l'assenza di DJ Quik. I due non si sono parlati per anni e ancora oggi i rapporti sono piuttosto tesi, il disco non ha fatto che risentirne. nonostante il buon lavoro di Freeze (membro dei The Time) e Blaqthoven, gli altri produttori non sono stati all'altezza del compito. Suga Free è ancora in forma ma si è messo in testa di voler provare a cambiare il suo stile e compie scelte discutibili: una marea di skits, tracce dove cambia diverse volte il flow, basi e tematiche che non gli si addicono. 

01. Intro feat. Katt Williams (produced by Freeze)
Katt Williams, comico pseudo-pappone pseudo-rapper, ci introduce al disco in maniera abbastanza divertente. S.V.

02. What U Want (produced by Freeze)
Grandissima base di Freeze che riprende chiaramente lo stile del grande James Brown. Suga Free fa una via di mezzo tra un intro presentando i suoi ospiti e parti rappate o cantate. P-Funk per davvero. 9/10

03. Tune The Fuckin'
Skit. Primo di una lunga serie di inutili interlude, che rendono il disco davvero difficile da ascoltare con continuità. S.V.

04. Like What (produced by J. Classic; co-produced by Freeze)
Bruttissima, si cerca di sperimentare con ritmi orientali, ma ste cose lasciatele fare a Quik se non siete capaci. Risultato disastroso. 4/10

05. Put Ya Hands Up (produced by Poochie Ross)
Adesso si passa pure al Raggae, ma cosa si è messo in testa Suga Free? Niente da fare. 5/10

06. U Know My Name
(produced by Freeze)
Il primo singolo dell'album è un vero spettacolo, un capolavoro di P-Funk, grazie a Freeze (membro dei The Time, fondati da Prince) che realizza un beat strepitoso con un sapiente intreccio di vari strumenti. L'allegria è nell'aria, il ritmo è veloce.. ci sono tutti gli ingredienti perchè Suga Free dia il meglio di sè ed è così, semplicemente perfetto. 10/10

07. Free - Call Snoop feat. Snoop Dogg
Skit. S.V.

08. So Fly feat. Snoop Dogg & Katt Williams (produced by Freeze)
Secondo singolo dell'album, che vede la partecipazione del re dei featuring: Big Snoop Dogg. Freeze realizza un beat Funk che rilassa ma forse è un po' troppo poco incisivo, non lascia davvero il segno. Molto simpatico l'attacco sulla prima strofa di Suga Free con una frase che si aggiunge ai suoi tanti tormentoni: "If it's good to ya than it's must be good for ya". 9/10

09. The Ranger (produced by Freeze; co-produced by Terrell Ruffin)
Un pezzo davvero interessante e insolito. Su un bellissimo beat guidato da una chitarra Rock rilassante, Suga Free rappa nello stile di Pharrell, poi torna di nuovo al suo stile più tipico e di nuovo alterna con lo stile di Pharrell. Questa volta la sperimentazione ha portato ha un risultato eccellente, traccia riflessiva come Suga Free sa fare se vuole, parla di solitudine ma lo fa in un modo simpatico, perchè è pur sempre Suga Free. 9/10

10. New And Improved
Skit. S.V.

11. Peace Of Mind feat. Debra Edwards & Cody Elles (produced by Freeze; co-produced by Terrel Ruffin)
Qua si va a prendere dai Nirvana, secondo me il tipo che canta il ritornello imita spudoratamente Kurt Kobain. Ancora una traccia triste, si parla di separazione in una coppia in cui le cose non funzionano più. E' strana ma non è male. 7/10

12. U Ain't Knowin' feat. Knoc-Turn'al (produced by Kenny McCloud)
Base Funk che non è niente di speciale, Knoc-Turn'al è bollito e lo sappiamo. 6/10

13. Suga Cain feat. Kokane (produced by Kenny McCloud)
Io non lo so ma secondo me i due grandi amici Suga Free e Kokane, entrambe di Pomona, quando lavorano insieme fanno solo schifezze. Non ci posso fare niente, sono un duo che non funziona per niente. L'unica cosa bella è il titolo "Suga Cain" (barattolo dello zucchero) tratto dai loro nomi Suga Free e Kokane. 5/10
     
14. Fox Is Comin'
Skit. S.V.

15. If You Feel Me (DAIS West Coast Mix) feat. ASAMI (produced by Daisuke "DAIS" Miyachi)
 Qui si sperimenta addirittura andando a finire in Giappone. Non lo so la base non è neanche malissimo ma lascia comunque indifferenti, la cantante ha pure una pronuncia nettamente orientale che stona parecchio con la velocità di Suga Free. C'è qualcosa che non va e si capisce. 7/10

16. How I Get Down feat. Infra-Redd, Mike Mike & Jeff Jeff (produced by Big Saccs; co-produced by Bumpus)
Su una base molto tranquilla, Suga Free ripensa al suo recente passato con Masuberg (R.I.P.) e DJ Quik. Bravi anche gli altri rapper, tra i quali Infra-Redd, nipote di DJ Quik, che fa il suo esordio. Bello il ritornello. 8/10

17. I'm Gone feat. Lil' Half Dead (produced by Josef Leimberg; co-produced by Freeze)
Simpatica, è il classico stile di Suga Free, è quello che uno si aspetta da lui. Il beat è buono e Free fa il suo mestiere, ad hoc il ritornello di Lil' Half Dead. E' tornato il divertimento. 8,5/10

18. Person 2 Person feat. Blaqthoven & Klu Dogg (produced by Freeze)
Freeze realizza una base molto bella, ritmata, che fila via liscia come l'olio. Grande Suga Free che in questa parte del disco ritorna veramente quello che tutti noi conosciamo; una menzione per Blaqthoven che sul disco ha fatto de ritornelli da paura! 8/10

19. Don't Worry (produced by J. Steez; co-produced by Freeze)
Quello stronzo di J. Steez alla fine è riuscito solo ad avere mezza produzione su un disco di 25 tracce, e non è neanche all'altezza di altre cose che ha fatto. Traccia scadente. 6/10

20. Short Khop Interlude feat. Short Khop (produced by J. Classic)
S.V.


21. Where U From feat. Infra Redd (produced by J. Classic; co-produced by Freeze)
Minchia quanto è lungo sto disco, pazzesco. Dopo una serie di schifezze, J. Classic si salva con questa, forse grazie all'aiuto di Freeze. Funk simpatico che vede di nuovo la partecipazione di Infra Redd, che fa una buona performance. Traccia dedicata a Pomona, la città di Suga Free. 8/10

22. Happy feat. Marlon (produced by Big Saccs; co-produced by Bumpus)
Questa era una canzone di Marlon e non capisco perchè sia finita su quest'album, dato che Suga Free ha ben poche rime. Buon pezzo up-tempo ma mille volte meglio il remix ufficiale fatto dai nostri DPZ! 8/10

23. Change feat. Blaqthoven (produced by Blaqthoven)
Bellissima! Una delle mie preferite di Suga Free di sempre. I complimenti vanno innanzitutto a Blaqthoven che ha fatto un beat Funk che è la perfezione, in più ci aggiunge un ritornello favoloso. Per Free è facile a questo punto fare il suo lavoro, la canzone è dedicata a una donna con la quale non vuole più avere niente a che fare. Quando ascolto questo disco, "Change" è in repeat continuo, la adoro. 10/10

24. Boyfriend (Pimpin') feat. Blaqthoven (produced by Freeze)
Freeze, produttore principale del disco, chiude con un buon beat rilassante. Ancora una volta Suga Free realizza una sorta di canzone d'amore. Di nuovo ottimo Blaqthoven. 8/10

25. So Fly (Remix) feat. Snoop Dogg, Mannie Fresh & Katt Williams (produced by Mannie Fresh)
L'album si chiude con una bella bounce track, davvero un ottimo remix da parte di Mannie Fresh, che da una carica in più alla canzone.. 9/10

Può farcela Suga Free senza DJ Quik? Si e no. Si perchè è ancora un fenomeno e quando gli si danno basi giuste fa dei danni assurdi; no perchè senza una guida come Quik Free viene portato a sperimentare e lavorare con persone che non hanno niente a che fare con lui, il risultato sono troppe tracce che fanno perdere di vista i pezzi migliori. Nonostante il flop commerciale, consiglio questo disco a tutti i fan di Suga Free, non sarà perfetto ma è bello sapere che c'è qualcuno nella West Coast che crede ancora nella comicità e nel P-Funk. Come giudizio finale dico quindi che Suga Free Free fa ancora glique glique e tweet tweet ma ogni tanto viene da sleep sleep.

VOTO: 8/10

di Davizz