MAKING OF "MAKAVELI"

Nel numero di Ottobre del 2003 XXL ha pubblicato uno speciale sul disco di 2Pac (aka Makaveli) "The Don Killuminati - The 7Day Theory". Qui trovate la traduzione in italiano, clicca qui per vedere le scansioni di XXL sul nostro sito partner Outlaw Family. Il disco venne registrato in soli 7 giorni nell'Agosto del 1996 negli studi Can-Am di Los Angeles, mentre 2Pac stava recitando in due film ("Gridlock'd" e "Gang Related"); circa 20 tracce vennero registrate e di queste ne furono scelte 11 (più "Toss It Up"). Per questo disco Makaveli si affidò principalmente alle produzioni di Darryl "Big D" Harper e Hurt-M-Badd, due produttori sottovalutati alla Death Row; i featuring sono quasi tutti degli Outlawz ed è in questo disco che fa il suo esordio Young Noble.

1. "BOMB FIRST" feat. Outlawz
prodotta da Darryl "Big D" Harper 


YOUNG NOBLE: Avevano una piccola sala di produzione lassù e stavo scrivendo. Avrei rappato per ultimo. Ho fatto una strofa a Pac. Facevamo un po’ di freestyle. Appena entrati abbiamo fatto la canzone. (2Pac) fece la prima strofa. Edi scrisse la sua e venne bene. Io credo che "Bomb First" sia uno dei suoi classici. 'Pac ci lasciò liberi: (quando dissi “re di New York”) parlavo a Biggie. Sai la situazione che c’era. Perché Biggie era realmente il re di NY all'epoca.
EDI: Makaveli è un album che, fondamentalmente, Pac ha fatto tutto da solo. Intendo liriche, produzioni… Molta gente non sa che Pac fosse anche un produttore. Il beat di "Bomb First" lo cominciò lui. Altra gente si prende meriti per questo beat, ma l’ha cominciato Pac. La linea di bassi è di Naughty By Nature "Uptown Anthem", una canzone che abbiamo sempre amato molto. Pac lavorava sulle percussioni, dopo sono arrivati un paio di altri session players e allora si è fatto il suono ed era come la risposta a "Hit 'Em Up". Dopo che "Hit 'Em Up" uscì tutti avevano i loro piccoli commenti su questo pezzo e di ciò che ne pensavano. ‘Pac disse: "OK! Ho ancora qualcosa da dire e quello sarà l’inizio di Makaveli". È semplicemente una ride track. Semplicemente niggas riding. E inoltre viene introdotto Noble, che era l’ultimo Outlaw ufficiale. Stavamo imparando tutto nello stesso tempo. Era ciò che Pac voleva fare,ciò che aveva in testa e diceva alle persone di farlo, ad esempio: "Voglio che le percussioni vadano in questo modo , i bassi in quest’altro". E la cosa pazzesca era che aveva appena comperato una nuova casa, aveva un piano e un negro ci faceva melodie sopra tutto il tempo. Una di queste è la melodia di Bomb First. L'aveva appena sentita. Si è ricordato la melodia, è andato nello studio, ha suonato quella melodia e ha chiesto a qualcuno di farla girare. E quindi ha chiesto di aggiungere batterie là, bassi qui, chitarra qua… Non sapeva realmente come programmare percussioni e il resto ma sapeva come programmare la gente. ‘Pac era bravo in questo: Sapeva tirare fuori il meglio dalle persone.
DARRYL HARPER: ho presentato un beat a Pac e a lui piaceva, ma ha voluto cambiarne i bassi. Li ha voluti simili a quelli del film Juice ("Uptown Anthem"). Non li conoscevo e quindi ho dovuto procurarmelo e vedere come fossero. Poi ho cambiato i bassi e vennero come quelli.
LANCE PIERRE: Tupac ha, in realtà,fatto i bassi. Si è seduto al Moog ed ha spinto i bottoni su quei bassi. Darryl ha fatto il beat. Pac ha fatto questa canzone; molta gente non lo sa. Sembrava che Pac fosse escluso dalle produzioni. Ma questa era una delle canzoni in cui ha effettivamente fatto molte cose a partire dalla produzione.

2. "HAIL MARY" feat. Outlawz
prodotta da Hurt-M-Badd


YOUNG NOBLE: quando all’inizio facemmo la canzone, fu fantastico. Ma quella canzone non mi piaceva così. In realtà, quando un suono esce, è come se lo ascoltassi con altri orecchi. Ascoltare Hail Mary dopo che uscì, era come se…cazzo! era una canzone incredibile. È una benedizione che ne facessi parte. Lo studio era costituito da 2 grandi locali e da una piccola sala di produzione. Snoop e il Dogg Pound restavano molto tempo nello studio. Si andava là e si lavorava. C'erano bottiglie d'alcool tutti i giorni; Cristal, Alizè, bevevamo tutto. Si beveva Thug Passion, donne ovunque, si fumavano spinelli ovunque. Volevamo fare musica: 3, 4, 5 canzoni al giorno, si tirava merda fuori. In tutto,per Hail Mary ci vollero circa 30 minuti. Per scriverla circa un quarto d'ora e circa 5 per registrarla. Registrammo la canzone, il mio pezzo era già scritto. L'avevo nel mio diario. Ho scritto l'ultima parte di ritornello: "Outlawz on a paper chase… ". Doveva andare all’inizio del pezzo; avevo già questo ritornello e feci: "Ehi Pac ho un piccolo ritornello". Mi disse: "lo metteremo alla fine." E poi ci ha tirato fuori Hail Mary: Pac scriveva col cuore, dunque non era come una cosa scritta, ma come una cosa parlata.
EDI: io do il merito di Hail Mary a Hurt M Badd. Pac gli disse: "ho bisogno di una cosa lenta, molto Thuggish". Hurt M Badd fece Hail Mary e quando la sentimmo, Pac ne divenne pazzo. Abbiamo fatto la canzone in 1h 30. Non era la mia canzone preferita su Makaveli. Mi ricordava dei suoni del Sud. Non sapevo che sarebbe diventata una hit così come lo è oggi. Pac adorava la parte di Kastro e di Noble; il modo con la quale hanno trasformato l’intera atmosfera del suono in una cosa molto outlaw. Ma veramente, credo che amasse tutto ciò che vi si diceva. È qualcosa di realmente freddo quando dice: "seein niggaz comin for me/to my diamonds when they glistenin/now pay attenzione, rest in peace father". perché sapeva che sarebbero venuti dei negri per lui (ad ucciderlo). Alla fine di Hail Mary, mi ricordo che Pac ha gridato "Snoop! è un'altra cosa che tengo in mente.” Anche per via della tensione dell’epoca, si lasciò sull'album Makaveli un punto per gridare contro Snoop C’è anche Kastro sullo sfondo che fa "Makaveli the Don, don, don"; alla fine della canzone quando Pac parla, si sente Kastro sullo sfondo che fa: "Makaveli the Don, don, don".
LANCE PIERRE: È la migliore canzone dell'album, anche se la più strana, per come è uscita alla fine, fino a Makaveli the Don e tutto il resto. Pac faceva molti di questi ad-libitum, il parlare alla fine della canzone. L'ho mixata e nessuno avrebbe ipotizzato che uscisse così. Ma questo è uscito, e sembrava buono. Parlo dell'Outro, dove senti Kastro sullo sfondo: "Makaveli The Don". Era un di più, un colpo di fortuna totale. La canzone doveva fermarsi qui, ma sembrava buono. Perciò l’abbiamo tenuto e trasformato in un intermezzo. Questa canzone ha funzionato meglio di quello che ci si aspettava.
HURT-M-BADD: per creare tutto il beat di Hail Mary ho impiegato 15 - 20 minuti. Sono andato a lavorare un giorno, mi sentivo bene. Mi ero seduto dietro il board. Ho toccato pochi suoni ed era fatto. Un’ ingegnere entrò nello studio dove lavoravo e ascoltò il pezzo - gli avevo detto di mettere le cuffie. Mi ha guardato e ha detto: "Merda, Hurt! Questo suono è come un funerale Hip Hop! ". Quando faccio qualche cosa, non lo sento come tutti perché sono io che l'ho fatta. L'ingegnere ha detto: "perché non lo fai ascoltare a Pac"?. Quando Pac l'ha sentito, non ha detto nient’ altro che “dammelo". Sono andato via dallo studio e quando sono ritornato l'indomani, tutti, dalla guardia notturna alla centralinista all'ingegnere sono corsi verso me: "aspetta, vai a vedere questo ragazzo che cosa ha fatto del tuo pezzo." Quando l'ho sentito non pensavo che sarebbe stato una hit. Mi dicevo: "perché Pac vuole mettere questa cosa sul mio pezzo"? Dopo si è fatto una festa dove si ascoltava per intero l'album e Pac adorava tutti i pezzi ma quando è passata hail mary ha fatto solo una cosa: Ha sollevato la sua mano con la sua bottiglia di Hennessy. Ha sollevato la sua mano, come se comandasse una nazione.

3. "TOSS IT UP" feat. Danny Boy, Aaron Hall, K-Cì & JoJo 
prodotta da Dametrius Ship & Reggie Moore


EDI: questa canzone era già fatta. Suge ha fatto mettere sopra Danny Boy e Jodeci. È la canzone che preferisco di meno dell’album Makaveli; Pac è solo andato sul pezzo e ha fatto il suo pezzo. Era una cosa che lui e Suge avevano già calcolato. E la cosa più bizzarra, che molte persone non sanno, è che la canzone era del beat di "No Diggity" in origine e che Dre ha fatto questo beat quando era ancora alla Death Row. E Suge ce l'aveva. Ma dopo Dre ha venduto la cosa a Teddy Riley. Gli inizi di Toss it up e di No diggity sono quasi simili. Non so chi l’abbia copiata da chi. Non vorrei cominciare una disputa, ma all’inizio, "No Diggity" e "Toss It Up" sono praticamente uguali. Sì, avresti dovuto essere là per saperlo.

4. "TO LIVE & DIE IN L.A." feat. Val Young
prodotta da QD3


YOUNG NOBLE: Era come un'altra "California Love". Pac adorava L.A. ovunque andasse a L.A., era solamente amore. Quando si andava in un centro commerciale, l’intero centro ci seguiva. Lo adoravano veramente laggiù. Ancora oggi. Ancora adesso nelle strade, ci amano da morire. Quando facemmo il pezzo, bevemmo un sacco insieme ad un intero gruppo di ragazze nello studio. Talvolta si andava a vomitare nel bagno tutta quella merda. Era come se non si dovesse mai cominciare a lavorare, ma anche se si fumava si era sempre al lavoro. Ogni canzone di Pac che ascolti, è stata fatta così: fumando, bevendo, divertendosi. Non penso che per fare una canzone ci sia voluto più di 1 ora. Pac nello stesso periodo lavorava a "Gang Related", e qualche altro film, quello col ragazzo bianco mentre loro erano dei tossicomani (quel ragazzo bianco sarebbe nientemeno che Tim Roth e il film è "Gridlock'd", ndp). Dunque si alzava e andava sul set alle 6, 7 del mattino e poi andava allo studio verso le 5, 6 di sera per restarci fino alle 3, 4 di notte, dopo aver fatto 4, 5, 6 canzoni. Dunque se fai 6 pezzi al giorno, in 3 giorni sono 18 canzoni.
EDI: questa è di QD3. Era il solo produttore a non far parte della banda, oltre a quello che aveva fatto "Toss it up", ma era uno dei produttori preferiti di Pac. Adorava lavorare con Q. È un sample di "Do Me Baby" (a dire il vero è una semplice ispirazione a quella canzone, ndp) di Prince. Molte persone non sanno che Pac fosse un grande fan di Prince. Se ascolti bene, molte canzoni di Pac sono dei samples di Prince. Oltre ad "Against All Odds", questa era probabilmente la canzone preferita di Pac su questo album. Adorava il groove .Era veramente una canzone di L.A.: "Drop tops, 80 degrees down sunset". Quando l'ascoltava, gli dava l'impressione di essere a L.A ed adorava questa città!
QD3: Ero allo studio con Pac ed avevo portato alcuni dischi con me. C'era questa vecchia canzone che gli ho fatto ascoltare per vedere se gli piacesse il suono. Gli è piaciuto e mi ha detto di ritornare a casa per fare un beat come quello. Sono ritornato a casa e ho fatto più rapidamente che ho potuto:credo che di essere ritornato la notte stessa. Ha ascoltato la canzone 3 volte ed in 15 minuti ha scritto le parole. L'ha registrata in una sola volta. Ha detto poi a Val Young quale era il concetto della canzone e lei è entrata nella cabina per registrare il ritornello sempre in una sola volta. Messe le voci, Pac ha chiamato Ricky Rouse [uno dei musicisti del Makaveli] per sostituire le mie parti di tastiere,bassi e chitarra con bassi dal vivo e altre parti di chitarra e la canzone era pronta! In meno di due ore in totale. Venne fuori come una parte di lui. Nessuno rifletteva due volte. Nessuno dubitava. Come se qualcuno c'avesse guidato o che si sapesse che la canzone doveva essere così e non diversamente. Da quel momento, registrando senza riflettere due volte, ho cambiato il mio metodo di fare musica.

5. "BLASPHEMY" feat. Prince Ital Joe
Prodotta da Hurt-M-Badd 


YOUNG NOBLE: Mi ricordo che dopo avere fatto questa canzone, Pac la  riascoltava senza tregua. Si è stupito lui stesso di questa canzone.  Raccontava delle cose molto profonde e non sapeva da dove gli venivano. come  se non fossero realmente sue. Questo ragazzo era un dono di Dio. Mi ricordo che diceva: “sentite di cosa  sto parlando”? Si è sorpreso lui stesso."Non so proprio da dove mi vengono  queste cose". Non era come quando rifletteva tutti i giorni. Le cose uscivano da lui così. Dio ha dato questo dono ad alcune persone e Pac era una di queste. Penso  realmente che Dio abbia messo queste cose nel cuore di questo ragazzo. Aveva l'abitudine di parlarci di questo genere di cose. Lo sapeva, sentiva  che sarebbe diventato una grande star e poi sarebbe sparito. Ed è esattamente ciò che è accaduto. Ha posto il suo marchio come un matto. Questo ragazzo c'è stato mandato  veramente da lassù. Io non mi so spiegare tutto, ci sono delle cose che  ignoro. Aveva l'abitudine di parlarci di cose così tutto il tempo. Noi non volevamo  sentirle. Gli dicevamo: non vogliamo ascoltare queste cose, non andrai da nessuna parte, faresti meglio a restare qua". Ma lui lo sapeva, ne sono sicuro.
EDI: Se ascoltate attentamente Blasphemy, potete sentire una ragazza che  dice una preghiera alla fine della canzone. È la sorella di Kastro, Jamala Lasane, che è anche la cugina di Pac. Era una piccola famiglia. Lei si trovava nello studio e disse: "Potrei  dirlo alla fine della canzone".Pac ha sentito ciò che lei diceva e l'ha  fatto registrare. E così è finita nell'album. Blasphemy è una canzone profonda a cui ha partecipato Ital Joe. Ci ha  lasciato qualche anno fa [incidente stradale]. Questa canzone mi ricorda Hail Mary. È una di quelle canzoni profonde e  spirituali.
Spesso, nelle sue canzoni, Pac ci parlava. Perché eravamo così selvaggi e fuori controllo, così ci ha tirati dentro il  rap lifesyle. Penso che spesso volesse farci ritornare alla realtà. Ci  diceva: "Qui, è la realtà. Non è tutto divertimento e giochi". Ce lo diceva  spesso. E perciò Blasphemy e una delle canzoni in cui ho l'impressione che si  rivolga a noi. Parla di cose molto personali.
LANCE PIERRE: È un’altra canzone "strana". Si era allo studio tardi, a tarda  notte. Le candele erano accese. L'atmosfera ci faceva dire: cosa sta  accadendo?

6. "LIFE OF AN OUTLAW" feat. Outlawz
Prodotta da Makaveli & Darryl "Big D" Harper  


NAPOLEON: Mia nonna è morta durante la registrazione dell'album Makaveli così dovevo partire presto. Quando sono ritornato, Pac aveva fatto tutte le canzoni dell'album eccetto "Life Of An Outlaw". la sola canzone dell'album dove ci sono anche io. C’eravamo solo io, Edi, Kastro, Noble e Pac nello studio. Mi ricordo che il beat è cominciato e Pac ha preso uno dei ragazzi di Six Feet Deep, Sixx-Nine per fare il pezzo. Diceva: "Faccio questa canzone per fare sapere alle persone che gli Outlawz stanno arrivando". Era come un introduzione all'album degli Outlawz che si doveva fare con Pac. Pac ha preso questa canzone ad un altro livello. Nel mezzo di questa canzone, prima che comincio la mia strofa, [mi chiese]: "Hey, Napoleon, moriresti per me? uccideresti per me"? E là finisco la canzone con la mia strofa. Perciò è una canzone molto importante per me. Pac faceva parte di quei ragazzi che lavorano rapidamente. Entrava nello studio, faceva ciò che aveva da fare ed ecco! Entrava in questo studio con il suo spinello ed il suo Hennessy nella mano e faceva ciò che doveva fare. Eravamo tutti in questo stato d'animo. Io lo chiamo lo stato di ignoranza. Ci ubriacavamo e non si sapeva ciò che accadeva. Non è passato un giorno senza che io non fossi ubriaco. Eravamo presi a vivere la vita. Eravamo sempre in studio a fare le nostre strofe. Non si conosceva il beat. Pac diceva a qualcuno di metterlo dopo, diceva: "Ok, parliamo di questa cosa". Se le nostre strofe non erano pronte prima di quelle di Pac, allora non si prendeva parte alla canzone. 2Pac era così. Diceva: "Ho già fatto una strofa. Non avete nessuna strofa pronta? Non sarete nella canzone". Tutto ciò che si doveva fare era scrivere. Provare a star dietro a questo ragazzo. Ci metteva il beat e si diceva: "Merda, bisogna cominciare." Era molto veloce su certe canzoni. In Life Of An Outlaw, fa solamente una strofa. Diceva: "Ho finito di scrivere una mia strofa. Non avete niente?". Allora, cominciava a scriverne un altra. Poteva continuare così e poteva finire la canzone da solo. Pac era il genere di ragazzo capace di arrabbiarsi se non facevi correttamente il tuo lavoro allo studio. Voleva solamente che entrassi nello studio, e che facessi ciò che andava fatto. Ma talvolta, arrivava e non gliene importava se avesse fatto disordine. Volete sapere come faceva un "dub" e alcune volte sentite una delle sue voci arrivare prima di un’altra? Custodiva tutto! Entrava nello studio, faceva la sua cosa e ripartiva. Il lavoro che si faceva, era professionale a suo modo. Faceva la sua cosa e se era disordinata sul "dub",la custodiva ugualmente. Diceva: "Lo si sistemerà al mixaggio".
EDI: È Pac che ha fatto la melodia di questa canzone. Non gli è stato riconosciuto ma è stato lui a farla. È un piccolo suono di tastiera che sentite sullo sfondo. È stato lui a suonarlo. Tutti gli arrangiatori che hanno partecipato all'album Makaveli ve lo diranno. Se non lo fanno, mentono.
DARRYL HARPER: Si è cominciato a lavorare su delle cose esclusive. Eravamo Io, Pac e Tyrone [Hurt M Badd]. Eravamo sempre insieme nello studio. Si chiudeva la porta e tutti quelli che lavoravano alla Death Row all'epoca erano gelosi. Erano gelosi che Pac passasse delle giornate intere con noi in quella stanza. Certe persone hanno detto anche che si facevano dei favoritismi e che Pac si servisse dei nostri suoni. Ma, la cosa più ironica della storia, è che prima di lavorare con Pac, presentavamo i nostri pezzi a tutte le persone della Death Row. Nessuno li voleva. Eccetto i nuovi che avevano appena firmato ma che non sono riusciti mai a fare i loro album. Nessuno voleva i nostri beats. La stanza dove lavoravamo veniva chiamata la "wack room" finché Pac non cominciò a prendere i nostri beats. Dopo le persone si lamentavano con Suge che noi davamo i nostri beats solo a Pac .

7. "JUST LIKE DADDY" feat. Outlawz 
Prodotta da Hurt-M-Badd


EDI: "Just Like Daddy" era una canzone destinata all'album Outlawz. Pac provava ad insegnarci a fare delle canzoni per le troie. Perché la nostra, era solo roba "tosta": uccidiamoli, i tempi sono duri, la lotta, perché la mia vita è così?, questo genere di cose. Pac ci diceva: "Tutte queste cose sono fantastiche e le persone vi apprezzano per ciò. Ma dovete dar loro anche qualcos’altro. Dovete “acchiappare” le ragazze. Dovete fare qualcos'altro, qualche cosa di brillante, qualche cosa su cui le persone possano divertirsi". Allora ha fatto "Just Like Daddy". Il beat, è quello di "Impeach The President". Hurt M Badd ha fatto solamente alcune sistemazioni. Pac ha cominciato a cantare la melodia e gli diceva: "Metti quella melodia, suonala così." Val Young è arrivata:"Val, voglio che mi canti questo". Così abbiamo fatto una canzone d’amore, merda. E boom… "Just Like Daddy" una canzone per le dolcezze.
LANCE PIERRE: Pac aveva l'abitudine di lavorare con Val perché adorava la sua voce. Suonava al tempo stesso come una voce gospel e cigolante.

8. "KRAZY" feat. Bad Azz
Prodotta da Darryl "Big D" Harper

YOUNG NOBLE: pensavamo di far parte di questa canzone ma abbiamo preso troppo tempo a scrivere le nostre strofe. Bad Azz era là e delirava con noi. Pac amava molto Bad Azz. Trovava che avesse un bel flow. L'ha messo in questa canzone e sono contento che l'abbia fatto perché Bad Azz ha fatto la sua cosa in questa cazzo di canzone. Questa canzone fa parte dei classici di Pac. "Time goes by, puffin' on Ia, got a nigga goin' crazy". Avevamo cominciato a scrivere ma si perdeva troppo tempo. Allora Pac ha chiesto: "Chi ha qualche cosa? Bad Azz hai qualche cosa"? E si attaccava perfettamente. Bad Azz era fatto per esserci in questa canzone. Noi eravamo già in milioni di canzoni di Pac. Era il suo modo di motivarci. Diceva: "Se non siete pronti, non prenderete parte alla canzone". È per questo che in certe canzoni sentirete solamente uno, due o tre Outlawz. Perché quando la canzone era quasi pronta e qualcuno non aveva una strofa, allora la si saltava e si passava alla prossima canzone. Pac è stato circondato da troppe controversie. E molte persone pensano che fosse realmente così. Ma questo ragazzo dava solamente amore. Adorava la sua famiglia, adorava i bambini ed adorava il popolo nero fino alla morte! 
Questo ragazzo dava solamente amore ed è per questo che le persone di strada l'adoravano. Sopra tutta questa merda, sopra tutte queste beefs. Quando penso a Pac, non penso a niente di tutto ciò, penso solamente all'amore. Questo negro aveva talmente tanto amore nel suo cuore che diventava quasi ridicolo. E questo puoi sentirlo nella sua musica.
EDI: Bad Azz è un altro che stava molto intorno a noi. Adorava la nostra musica, veniva spesso allo studio. Pac era un fan di Bad Azz. Voleva che ci fossimo in questa canzone ma il beat era talmente lento. Noi avevavo l'abitudine di rappare su tempi più veloci. Non andavamo bene per quello. È là che è arrivato Bad Azz. Il destino ha incrociato la strada di questo negro. Pac gli ha detto: hai una strofa? Scrivi una strofa per questa canzone." Bad Azz gli ha risposto che ne aveva già una ed è entrato nella cabina per registrare.
DARRYL HARPER: Edi era interessato al suono di Krazy, perché durante quell'anno ci furono molti incidenti di aerei e chiese che bruciavano. Voleva parlare di questa situazione. Edi pensava che il suono che aveva fosse adeguato. Allora l'ha fatto ascoltare a Pac. Pac adorava il suono ma diceva che non era adatto. Ha fatto un'altra 
strofa. Bad Azz era appena arrivato allo studio quando ci si lavorava sopra. Gli ha detto: Tu hai 16 anni?". Bad Azz gli ha risposto: "Ho 16 anni" e si è messo al lavoro.
LANCE PIERRE: Questa canzone non è nata tutta insieme. In effetti era, solamente un beat. Kevin Lewis che era all'epoca il coordinatore del progetto, è parente del pianista di jazz Ramsey Lewis. Era là e diceva: "Signori, questa non è una canzone" [perche non c'era melodia]. Ma Pac voleva che questa canzone fosse sull'album. Io dissi: "ragazzi, io la mixo ma non c’è il suono giusto", Pac disse: "manca solamente un pò di piano". È entrato allora nella cabina di registrazione e ha suonato una melodia accordando le voci. La canzone girava molto meglio di quella iniziale.

9. "WHITE MAN'Z WORLD"
Prodotta da Darryl "Big D" Harpe


YOUNG NOBLE: Fa parte delle numerose canzoni dove Pac esprime se stesso e il fatto di essere nero. Ma Pac aveva anche molto affetto per i bianchi. Pac aveva affetto per tutte le persone in generale.
EDI: Parla a sua sorella. È una canzone personale, dunque non mi esprimerò sul personale. Parla a sua sorella ed a sua madre. E' come una lettera aperta. E' come se l'avesse scritta dalla prigione. Si scusa di molte cose. A 25 anni tutti proviamo a crescere, cambiare, comprendere le cose. Molte persone hanno dimenticato il fatto che questo ragazzo avesse solamente  25 anni. Era ancora talmente giovane. Si è veramente giovane ed immaturo a 25 anni. Ma allo stesso tempo, aveva le responsabilità di un uomo di 40 anni. Aveva la responsabilità della sua famiglia e della sua label. All'epoca la Death Row dipendeva totalmente da Pac e di ciò ne era completamente cosciente.
DARRYL HARPER: Pac ha scritto il pezzo. Avevo fatto un beat, gli piaceva. Ci ha scritto la melodia e tutto per il pezzo. Ho cantato. In questa canzone, si sentiva appena la mia voce ed avevo l'impressione che ci fosse l'eco; come se ripetessi 2 volte le stesse cose. Pac disse: "Va bene così. La canzone è finita. Mandala al mixaggio".

10. "ME & MY GIRLFRIEND"
Prodotta da Makaveli, Darryl "Big D" Harper e Hurt-M-Badd


YOUNG NOBLE: Pac ha preso il concetto di questa canzone da Nas. Vi ricorderete sicuramente della canzone I Gave You Power dell'album "It Was Written" del '96. Pac amava questa canzone. Quando lui e Nas hanno messo fine alla loro beef, ero contento. Io sono cresciuto ascoltando Nas. Quando fece “Live at Barbecue” ero il primo a fargli pubblicità. Tutti gli Outlawz erano dei fan di Nas e anche Pac. Amava Nas come tutti i fan dell'Hip Hop. Quando senti qualcosa che ti piace, la custodisci in te e cerchi di migliorarla. È ciò che Pac ha fatto con questa canzone. Avvenivano molte cose all'epoca e Pac non era il genere di ragazzo che sapeva tenere ferma la sua lingua. Diceva tutto ciò che aveva da dire. Sentiva che molti figli di troia erano contro lui. Hanno creato una guerra tra west coast e east coast, ma in realtà Pac e tutti gli Outlawz, vengono dalla East Coast. Questa canzone fa parte delle numerose canzoni dove Pac distruggeva i suoi nemici. Pac non riceveva altro che amore da New York. Eravamo a NY per gli MTV Video Music Awards due giorni prima della sparatoria di Las Vegas. È là che abbiamo visto Nas e che hanno messo fine alla loro beef. Fu una delle volte in cui l’ho visto più felice. Era felice di essere a New York e di sentire amore. C’eravamo tutti a NY, non siamo restati tutto il giorno in hotel, Si è fatto anche un giro nei quartieri, a Manhattan, da qualche parte. Pac ha detto: "si fottano, si esce!". Abbiamo camminato per 30 minuti circa. Le persone non potevano crederci. Questo négro distribuiva fasci di 100 dollari! Ero io a portare la valigia piena di denaro. Era veramente felice di essere ritornato a New York e di vedere che le persone l'amavano sempre tanto. Andava a riabbracciarsi veramente con questa città. Penso che volesse mettersi in contatto con tutti laggiù, non solo coi rappers ma anche con la strada. Era contento di aver messo fine alla beef con Nas.
EDI: Pac aveva già un'idea per la canzone. Eravamo in studio per trovare il suono migliore. Mi ricordo che Hurt-M-Badd lavorava sulle percussioni ma Pac non stava sentendo quello che stava venendo su, poi è arrivato Rickey Rouse e ha detto: "Pac, ho qualche cosa. Ho una canzone che ho scritto". Rickey Rouse, è un musicista. È fantastico, ma tutto ciò che gli importava era di essere conosciuto. Perchè sapeva bene dove era. Era alla Death Row e quando lavori per la Death Row devi saper fare affari altrimenti non sarai pagato mai. Allora, disse: "Pac, ho qualcosa per te. È un cosa spanish. Ma devo avere sopra il mio nome. E dovrai pagarmi dei diritti di autore".
Pac gli disse: "Certamente!". Perché Pac era un negro giusto. Dava a tutti ciò che gli era dovuto. Era il solo a pagare Val, anche se la maggior parte del tempo era lui che scriveva le strofe. Rickey Rouse ha cominciato a suonare il suo pezzo con la chitarra e Pac è diventato isterico. Disse: " È quello che cerco!". Allora cominciò a cantare e a fare la sua strofa. Ci chiese di scrivere delle strofe per questa canzone. Lo abbiamo fatto tutti ma le rifiutò rapidamente dicendoci che non erano adatte. C'èra una ragazza, Queen, che fa il ruolo dell'arma nella canzone. Pac l'ha fatta entrare una volta che la canzone era finita. Si faceva chiamare "Queen", lavorava alla Death Row come receptionist. Adesso, è conosciuta con il nome di Virginya Slim e ha firmato con la Death Row. Lei parla e dice: "Like What? West Side Nigga, Die Nigga, Die!".
DARRYL HARPER: "Me & My Girlfriend" è un pezzo di Hurt-M-Badd. Io ho aggiunto solamente alcune piccole cose come le tastiere. Si lavorava spesso insieme sui nostri suoni. Lui si occupava delle percussioni sui miei pezzi e io prendevo qualcosa di altro sui suoi. Praticamente si è fatto insieme tutto l'album. L’album è stato finito praticamente in tre giorni. Andava fatto solo il mixaggio. In una settimana, era pronto. Del resto, tutte le parti di Pac erano finite solamente in tre giorni, se mi ricordo bene. Aveva le idee chiare. Sentendo un solo pezzo sapeva istantaneamente di che cosa parlare sopra e quale titolo dargli. Sapeva. Diceva agli Outlawz su cosa scrivere. E loro dovevano farlo perchè chi non lo faceva, era fuori dalla canzone. Era dura perché quando Pac aveva finito e usciva dalla cabina di registrazione, puntava il suo dito su uno di loro e bastava che quello balbettasse e lui passava al successivo. Li fece saltare questa canzone. Se non erano pronti subito, faceva loro sapere che ne sarebbero stati fuori.
LANCE PIERRE: avemmo l'idea di fare un intro dove la pistola parlasse. Perciò avevamo bisogno di una donna. C'era questa ragazza, Virginia Slim, che adesso ha firmato con la Tha Row. Ha posto la sua cosa in un passaggio.
HURT-M-BADD: su "Me & My Girlfriend" ha provato a bluffare con me. Dopo avere fatto pressappoco 4 canzoni, un giorno mi chiamò nel mio ufficio: "vedi che oggi lavoro nel mio piccolo studio di registrazione". Tupac mi chiamò nel suo ufficio e mi disse: "sai una cosa? Ho bisogno di un beat veloce che suona come nessun altro beat che tu abbia mai fatto prima". Le mie sopracciglia si sollevarono e dissi: "Wow!!!" e aggiunse: "E voglio che tu lo faccia subito, davanti a me". Lasciami spiegarti una cosa, tutto ciò che circonda il mio cuore mi emoziona dalla testa ai piedi. Cominciai a sudare. Ma sono un tipo di persona che ama le sfide quando queste riguardano ciò che faccio. Capisci cosa voglio dire? Tupac disse: "adesso e davanti a me!". Allora ho cominciato a scratchare. Ho chiesto al DJ di campionare un colpo e una rottura sulla tastiera. Tutti nello studio mi guardavano con l'aria di dire: "cosa?!?" Guardandomi stupiti come se pensassero: "non sa cosa sta facendo!" e prima che loro capissero, avevo fatto le percussioni e guardando il ragazzo col basso gli ho chiesto di farmi qualcosa, gli ho dato un po' di ritmo. Tupac era sul divano, avevo il suo sguardo addosso e aveva l'aria di dire: "Non posso crederci!". Per tutto il tempo che noi facemmo suonare la chitarra rimase in piedi stupito e ogni volta che sentiva un suono che gli piaceva, l'ascoltava e cominciava subito a rappare nella sua testa. Dopo, si girò verso gli Outlawz e disse: "Ecco la prima strofa. Sentite". E ha fatto "Me & My Girlfriend".

11. HOLD YA HEAD feat. Tyronne Wrice (aka Hurt-M-Badd)
Prodotta da Hurt-M-Badd

EDI: Questa canzone mi ricorda qualcosa di "Me Against The World". Era una delle melodie che ascoltavo mentre ero seduto e lo guardavo cantare. Questa cosa è venuta fuori tutta insieme. Hurt-M-Badd ha fatto le percussioni e c'è la parte del piano. È una cosa un pò soul. 2Pac ha messo in questa canzone tutte quelle cose "vere" per cui era conosciuto.
HURT-M-BADD: Pac aveva preparato già le sue strofe ed il ritornello. È entrato nel mio ufficio e mi chiese se sapessi cantare. Voleva che fossi io a cantare il ritornello. Gli dissi: "Arrivo subito". Quando chiuse la porta, cominciai a saltare su e giù nell'ufficio dalla gioia. Arrivato nel suo ufficio, ero davvero nervoso. Mi ha dato le istruzioni sulla canzone e tutto quello che occorreva; ogni volta che qualcuno doveva rappare o cantare con lui, era tranquillo. A parte con certi produttori. L'ho visto arrabbiarsi con certi produttori e fortunatamente, grazie a Dio, con me non è successo.

12. AGAINST ALL ODDS
Prodotta da Makaveli & Hurt-M-Badd


EDI: questa canzone chiuse l'album. Molti non sanno che è la ripresa di un cameo, "The Skin I'm In". Pac probabilmente l'aveva ascoltato nell'automobile sulla strada per lo studio. Arrivò,e lo fece ascoltare a Hurt-M-Badd e gli disse: "Voglio una linea di basso così, adesso". E Hurt-M-Badd lo suonò sulla tastiera. Non voglio togliere niente a nessun produttore ma tutti sanno che Pac ha prodotto da sé questo album. Diceva loro ogni piccolo particolare da fare, ogni beat.
HURT-M-BADD: In questa canzone, parla a Nas e a tutti i suoi altri avversari. Preparava le sue armi per la guerra, il suo arsenale era pronto. Il giorno in cui si fece questa canzone, Tupac disse: "Voglio una canzone da guerra. Voglio fare la guerra". Mi diede un'ora per fare un beat. Tornai lo ascoltò e mi chiese di aggiungere il basso del Cameo. Dopo cominciò a schioccare le dita e disse: "è questo!". Chiamò gli Outlawz e ha cominciò a fare la sua strofa: "This be the realest shit I ever wrote".Mentre Pac registrava, non era una semplice registrazione, era come se colpisse la musica, come se colpisse il microfono. Si sentiva che c'era una reale tensione che si liberava nella stanza. Sapevamo tutti ciò che avveniva. Mentre Pac recitava le sue parole, ci guardavamo tra noi: "Uh-oh, ci risiamo".

tradotto da D-np