MESSY MARV

Marvin Watson jr. nasce a Fillmore (San Francisco, California) negli anni '70. Un' infanzia travagliata dai problemi famigliari lo portano a vivere per un lungo periodo con il padre, poi un po' con la nonna, trasferendosi da Fillmore a Oakland, poi ancora con il padre a Pittsburg. Durante la sua permanenza a Pittsburg, Marvin inizia ad appassionarsi alla musica Hip Hop ascoltando dei gruppi che hanno fatto la storia come gli N.W.A e i Geto Boys.
Nel '93 Messy Marv, suo nickname, compra alcuni beat da un grande produttore come JT The Bigga Figga, anche lui di Fillmore, e incide il suo primo lavoro: un EP independente intitolato Game To Be Sold stampato in una manciata di migliaia di copie vendute dallo stesso Marv, oggi praticamente introvabili. Messy Marv si fa conoscere in tutta la Bay Area e grazie alle vendite di questo lavoro ricava un bel po' di dollari, capisce così che il Rap è il suo business. Come tanti altri grandi personaggi anche Marv si ispira a un motto nato nella Bay Area del quale era portatore il grande 2Pac: "Money Over Bitches". Nel '95 firma un contratto con una piccola etichetta indipendente, la Ammo Enteratainment, e di lì a poco esce il primo disco ufficiale che si intitola Messy Situations, il quale ottiene un discreto successo tenendo conto della promozione pressochè inesistente. "Messy Situations" risulta un ottimo lavoro grazie anche alla mano di JT The Bigga Figga che cura diverse produzioni e che suonano assolutamente Bay Area, fresche, con classici bassi di quel periodo, bei ritornelli. Marv nel corso del disco descrive scenari tipici del ghetto con il suo ottimo flow, tra le tracce da segnalare c' è la stupenda "Ghetto Blues" e "Children' s Story" che è una sorta di cover dell' omonima traccia del leggendario Slick Rick. Nel '98 arriva un disco in coppia con un talentuoso MC di Fillmore, San Quinn; il disco si intitola Explosive Mode e viene pubblicato da un' etichetta indipendente, la Presidential Records. Nasce un piccolo capolavoro, l'alchimia tra i due rapper è perfetta, professionalmente sembrano fatti l' uno per l' altro, al microfono vengono supportati da veri miti della Baia come E-40, Celly Cel e Rappin' 4-Tay. Tra i produttori di "Explosive Mode" troviamo nomi illustri come ad esempio Mike Mosley, D'Wayne Wiggins dei Tony! Toni! Tonè!, Sean T, DJ Daryl, Tone Capone, i quali fanno un lavoro davvero ottimo e ben curato, i beat spesso fanno da tappeto a dei splendidi cantati, le atmosfere in alcune tracce sono quelle classiche della Bay Area. Fre le tracce ricordiamo la spettacolare "Pop Ya Collar", modo di dire inventato proprio nella Baia, oppure l' anthem "Bay Luv". Il disco diventa un successone underground, vende circa 70.000 copie. Nel '99 viene rilasciato "Death On A Bitch", praticamente un bootleg. Arriva nel 2001 il secondo disco solista di Messy Marv, Still Explosive (M. Entertainment), un album che non ha molto a che fare con il precedente, un po' deludente sotto tutti i punti di vista se paragonato ai precedenti. Sono presenti pochissimi ospiti tra cui l' immancabile E-40, le produzioni sono affidate a gente come Sean T, DJ Daryl, D'Wayne Wiggins e altri. Marv diventa un "indipendent player" a tutti gli effetti e fonda un' etichetta la Scalen Inc. Nel '02 pubblica il suo terzo album solista, il primo con la sua etichetta personale: Turf Politics. Indubbiamente un gran bel disco grazie anche grandi personaggi come Daz Dillinger, C-Bo, B-Legit, E-40, Rappin 4-Tay, JT The Bigga Figga, George Clinton e a produttori come di Rick Rock, Sean T e D'Wayne Wiggins per fare qualche nome. Questo disco vanta una certa varietà di suoni e atmosfere, come ad esempio la cupa "Thug Life", la West Coast track "Turf Politics" con Daz, Levitti e JT oppure l' estiva e di facile ascolto "Who Wudda Known". "Turf Politics" viene molto apprezzato dai suoi fans, vende oltre 20.000 copie. Il 2003 è un anno di collaborazioni per il mobsta Marv, escono infatti un disco in coppia con I-Rocc, insieme sono gli "Izrealz" e il titolo è Turf Thuggin, rilasciato dalla Mureder Creek Music, un lavoro grezzo e strettamente underground. L' altro progetto vede la partecipazione della female MC Marvaless, il titolo è Bonnie & Clyde. Nell'Ottobre del 2003 Messy Marv e C-Bo, in Missouri per fare promozione, sono bersaglio di un folle ignoto che fa fuoco con un AK 47 da un pick up che viaggia ad alta velocità, fortunatamente senza conseguenze nè per i due rapper nè per l' entourage. Dell' attentatore si sono perse le tracce.
Come tutti i maggiori esponenti del Rap nella Bay Area, Messy Marv con gli anni ha maturato un forte disprezzo nei confronti di tutti i personaggi della Shady/Aftermath, Eminem, 50 Cent, G-Unit, Obie Trice e proprio quest'ultimo è l' obiettivo di una beef. Nel 2004 il rapper di Detroit è ospite ad una radio di Frisco e rilascia un'intervista in cui dice che la gente di San Francisco lo ha accolto amorevolmente ma che deve camminare con le chiappe contro il muro... rifacendosi al solito stereotipo che vuole San Francisco come la città più gay d'America e quasi come a dire che i neri di Frisco siano degli omosessuali o cose simili e ovviamente Marv prende queste parole come un' offesa nei confronti della sua città e della sua gente. Marv decide subito di fargli capire come stanno realmente le cose dedicandogli una traccia nel suo quarto album solista, intitolato Disobayish, rilasciato sempre dall'etichetta di Messy Marv. Un album ricco di ospiti come da tradizione: da E-40 a Too Short, da Nate Dogg a Yukmouth solo per citarne alcuni, mentre tra i produttori figurano nomi come DJ Darryl, Rick Rock, D'Wayne Wiggins, Big Hollis, i giovani Tron Treez e Droop E. (quest' ultimo figlio di E-40). Un buon album con alti e bassi, tra le tracce felici ci sono sicuramente il singolo "Baby" con Mississippi, un pezzo molto bello e easy che ha fatto il giro delle radio statunitensi, "Stop Callin" con il sempreverde E-40 oppure "You Already Know" con Yukmouth. Da ricordare i diss a Obie Trice "In The Front Of Buildings" e a 50 Cent nell' intro, i due tutt' oggi non hanno risposto. Di questo album è disponibile un' edizione limitata che include un bonus DVD con un video clip e l'anteprima di "The Diary", il documentario di Messy Marv.
Grazie ai tanti fans sparsi in particolare tra la West Coast e il Midwest, "Disobayish" vende all' incirca 25.000 copie, solamente 20.000 in poco più di un mese. Nel medesimo anno Messy Marv ripubblica con la sua Scalen Inc. delle edizioni speciali di "Messy Situations", "Explosive Mode", "Still Explosive" e "Turf Politics". Si tratta di edizioni che includono il CD originale, la versione "chopped & screwed" e un DVD con un video e la preview del DVD "The Diary". Sempre nel 2004 escono un poco veritiero Greatest Hits intitolato The Block Files, pessima scelta dei brani, poi un disco con materiale sostanzialmente di scarto intitolato "Different Slanguages" e infine il doppio CD The Re-Up degli Izrealz, un disco contiene il primo album, "Turf Thuggin", e l' altro è un disco con delle tracce accantonate in passato. Arriviamo all' anno 2005 e Marv fa uscire con la sua etichetta personale il quinto vero album intitolato Bandannas, Tattoos And Tongue Rings. Titolo e copertina pare che siano una presa in giro rivolta a The Game, giovane rapper di Compton scoperto qualche anno prima da JT The Bigga Figga, oggi sotto contratto con l'Aftermath Records. Questo album segna una piccola rinascita per Messy Marv, anche se con il passare degli anni è diventato innegabilmente un rapper lento e macchinoso, a tratti ancora apprezzabile e con delle buone liriche. Se con gli anni il vecchio Marv si è un po' perso bisogna però dire che dal lato delle produzioni questo è un lavoro fatto veramente molto bene grazie a un giovane di talento come Tron Treez che si è occupato della maggior delle basi, un lavoro ben curato e vario, in alcuni frangenti quasi ispirato al miglior suono della Baia e della West Coast più in generale,  insomma Tron Treez ha fatto fare un salto di qualità all' attuale Messy Marv.
Tra gli altri produttori ci sono Sean T con due basi, Droop E. e Cozmo con una a testa, al microfono invece troviamo E-40, Yukmouth, Suga Free, Lil Flip, i Dead Prez e altri ancora. "Bandannas, Tattoos And Tongue Rings" è grande album con una serie di potenziali singoli come "Sexy Thang" con il pimp Suga Free, la Roc-A-Felliana "Wanna Be Yours", "Still Ballin" con Lil Flip, il diss rivolto ancora a Obie Trice e la Shady Records "Let It Be Known" che vede la partecipazione di Guce oppure la traccia dedicata alla madre, "Momma" appunto. Inoltre Marv ha voluto fare un grande regalo ai suoi fans, infatti a questo disco è stato allegato nientemeno che il DVD "The Diary". Con questo album Marvin si è consolidato come uno degli artisti indipendenti più prolifici e di maggiore successo nella storia della Baia.

di L Dogg