THE GAME

Jayceon "Chuck" Taylor è nato il 27 Novembre del 1979 a Compton, South California ed è cresciuto con sua madre e i suoi fratelli. Da bambino Jayceon ebbe anche l'occasione di conoscere il grande Eazy-E, l'inventore del Gangsta Rap. Da ragazzo Jayceon era solito giocare ad ogni tipo di sport, tra i quali privilegiava il basket, ma i suoi fratelli erano tutti gang-bangers e così seguì i loro passi ed entrò a far parte dei Cedar Block Piru, la gang di Bloods del suo quartiere. 
Nel 2001 Jayceon si trovava in una zona in cui si spacciava e venne raggiunto da 5 colpi di proiettile sparati da alcuni Crips. Jayceon entrò in coma, a cavallo tra la vita e la morte, e rimase in quello stato per circa 24 ore. Dopo questo tremendo shock egli decise di lasciare il "dope game" e di dedicarsi al "rap game". Incominciò ad acquistare molti album per imparare dai grandi: 2Pac, Notorious B.I.G., Ice Cube, Snoop Dogg e Jay-Z sopratutto. Come nome scelse The Game poiché questo era il soprannome datogli dalla nonna quando era ancora un ragazzino, dato che Game era solito giocare ad ogni tipo di sport. Un altro nickname con il quale Jayceon è conosciuto è quello di Chuck Taylor (come le famose scarpe Convers All Star, che tutti i gangster della West Coast indossano). Per un breve periodo The Game si trasferì a San Francisco e incise un demo per il rapper/produttore JT The Bigga Figga, registrando ben 30 canzoni in sole due settimane. Qui conobbe alcuni rappers amici di JT come Young Noble degli Outlawz con il quale registrò diverse canzoni. 

Tornato a Compton fece sentire il demo agli amici e uno di questi contattò Big Chuck, il quale lavorava all'Aftermath in quel periodo. Ciò permise a Game di entrare in contatto con niente meno che Dr. Dre il quale gli offrì un contratto per la G-Unit/Aftermath. Da allora Chuck Taylor ha realizzato diversi mixtape sia da solista che insieme ai G-Unit; vanno ricordati sopratutto "UKnowWhatItIs" Volume 1 e Volume 2. The Game ha inoltre fondato la sua etichetta discografica chiamata "The Black Wall Street", lo stesso nome del gruppo della Bay Area composto da Mac Mall, Ray Luv e JT Tha Bigga Figga. Tra gli artisti dell'etichetta figuravano i nomi di 4Bent aka Billboard, Vita (ex-Murder Inc) e Life (giovane promessa di Compton). Purtroppo nel Giugno del 2004 arrivò una bruttissima notizia: Billboard (che era anche uno dei migliori amici di Chuck) fu ucciso per le strade di Compton. Questa notizia scosse molto The Game il quale però non cercò vendetta e disse ai suoi amici tra i Bloods di non commettere sciocchezze.
L'album di esordio di The Game, intitolato The Documentary (anche se il titolo pensato originalmente era "Nigga Witta Attitude: Volume 1"), dedicato a Billboard, è stato pubblicato il 18 Gennaio 2005 ed ha esordito al primo posto delle classifiche americane, vendendo quasi 600.000 nella sola prima settimana! I numeri parlano chiaro, l'esordio di The Game è stato quello più atteso dai tempi di Snoop Dogg. Si tratta di un lavoro a cui Dr.Dre ha tenuto molto (ha prodotto ben 9 basi e gli ha garantito una grande promozione) e per questo gli ha messo a disposizione produttori del calibro di Kanye West, Hi-Tek, Just Blaze e Timbaland. Inoltre DJ Quik, in quel periodo, è stato il suo DJ ufficiale. Nell'Autunno 2004 sono entrati in rotazione in molte radio d'America i singoli "Westside Story" con 50 Cent (ma esiste anche una versione con Snoop Dogg) e "Higher". Il primo singolo e video ufficiale dell'album è  "How We Do (Fresh '83)" con 50 Cent, che dovrebbe ricordare l'anno in cui Dr. Dre realizzò il suo primo beat ma onestamente non è nient'altro che la solita canzone G-Unit, ad esso sono seguiti "Hate It Or Love It" sempre con l'onnipresente 50 Cent e "Dreams". Secondo quanto The Game aveva affermato quest'album avrebbe di nuovo portato in cima la West Coast e in un certo senso c'è riuscito:  benchè nel disco di West ce ne sia poco, i media hanno ricominciato a parlare del Wild Wild West. Ritornato da un tour europeo insieme a Snoop Dogg, The Game è stato cacciato dalla G-Unit poichè 50 Cent era geloso del suo successo. Dopo una finta pace voluta da Jimmy Iovine, capo dell'Interscope, la beef si è riaperta ed The Game si è trovato per mesi in una posizione apparentemente difficile: sottocontratto con l'Aftermath ma è contro tutta la G-Unit. Game ha saputo trarre massimo vantaggio dalla sua beef con 50 Cent, realizzando ottime operazioni di marketing che hanno incrementato la sua fama, come la "G-UNot" (Gangstaz - You Not), il lancio delle scarpe "Hurricane" e la formazione del trio Rap "The Mob", composto da The Game, Eastwood e Tecnic; anche se i due hanno lasciato ben presto la Black Wall Street.
Nell'Estate del 2006 The Game è stato spinto a lasciare l'Aftermath ed ha così firmato per la Geffen, anch'essa sotto Interscope. Nello stesso periodo è uscito lo street-single (con relativo video) del suo secondo album "One Blood" (rinominata in versione radio "It's Okay") che ha ottenuto un grande successo e ha confermato la fama di The Game. A metà settembre è uscito il singolo ufficiale "Strip Club" (anch'esso rinominato in un altro modo per le radio: "Let's Ride"), prodotto da Scott Storch. L'uscita di  The Doctor's Advocate è fissata per il 14 Novembre 2006; tra gli ospiti sono confermati Nas, Fat Joe, Mary J. Blige  e  tra i produttori figurano Kanye West, Cool & Dre, Scott Stoch, mentre sembra difficile, nonostante il titolo, la partecipazione di Dr. Dre.

di Davizz