DJ QUIK "UNDER THA INFLUENCE"

Dopo aver lasciato l''Arista ed aver firmato con l'indipendente Bungalo (distribuita dalla Universal; etichetta che Quik lascer in fretta, per i soliti problemi di soldi), il Quiksta si ripresenta sulla scena con il suo sesto grande album; un disco sicuramente diverso dai precedenti, dove si sente in diverse tracce la mancanza di quel P-Funk che Quik ha saputo portare ai massimi livelli insieme a G-One e Robert "Fonksta" Bacon.

01. Tha Proem feat. Hi-C, Talib Kweli & Shyheim (produced by DJ Quik)
Il disco si apre con una traccia tranquilla in cui Quik non appare nemmeno, ci sono per degli eccellenti featuring tra i quali spicca Hi-C, compagno di mille avventure, dalle elementari fino al nuovo millennio. 6/10

02. Trouble feat. AMG (produced by DJ Quik)
Eccoci al primo singolo, e unico video, dell'album. E' noto che a DJ Quik piace sperimentare e in questo caso ci offre una base un po' sudista e molto potente guidata da una chitarra elettrica. Molto bello anche il testo, in cui il Quiksta si atteggia un po' da gangsta come ai vecchi tempi. Perfetta la premiata ditta DJ Quik & AMG. 10/10

03. Come 2nyte feat. Truth Hurts (produced by DJ Quik)
Altra grande canzone, ottima party-track con un suono leggermente diverso da quello tipico di Quik. Buone liriche, stupenda la base e bravissima Truth nel ritornello; quando lavora con il Quiksta fa sempre ottime cose (vedi "Addictive" e "I'm Not Really Lookin"). 10/10 

04. Put It On Me feat Dr. Dre (produced by Dr. Dre)
I due pi grandi produttori si incontrano ed un vero e proprio evento. Questa canzone, apparsa anche sulla colonna sonora di "Training Day", l'unica che non sia stata prodotta da DJ Quik in tutta la sua discografia, chiaramente un segno di riconoscimento per Dr. Dre. La produzione buona ma neanche eccezionale (ma Dre le fa ancora le basi eccezionali?); riguardo le liriche DJ Quik nettamente migliore del Dottore. 8/10

05. Murda 1 Case feat. KK & Pharoahe Monch (produced by DJ Quik)
Adoro questa canzone, che se vogliamo completa il terzetto di canzoni che ricordano un po' il suono dell'Aftermath (a molti questa traccia potrebbe ricordare infatti "Guilty Conscience" dominata anch'essa da un pianoforte bello tosto). Bravissimo KK dei 2nd II None e il sempre ottimo Pharaohe Monch, eccellente anche la strofa di DJ Quik. L'unica nota negativa forse il ritornello di Chuckey, artista raggae, che purtroppo appare in molte delle canzoni recenti del Quiksta. 9/10

06. Ev'ryday feat. Hi-C & James DeBarge (produced by DJ Quik)
Una base abbastanza innovativa, forse troppo diversa dal suono del migliore Quik. Bellissimo il coro di James DeBarge che alza il livello della canzone. 7/10 

07. Get Loaded feat. AMG (produced by DJ Quik)
Qui si torna al classico suono di David Blake, una traccia carina ma niente di speciale. 7/10

08. Gina Statuatorre feat. Chuckey (produced by DJ Quik)
Quik parla di una ragazza troppo giovane per lui che continua a provarci con uomini pi grandi di lei, consigliandole di lasciar perdere. Si tratta di una traccia abbastanza divertente, che lascia molto spazio a Chuckey (che stavolta non sbaglia). Certo la canzone bella ma il disco pieno di tracce come questa che con lo stile originale del Quiksta non c'entrano niente e per gli amanti del P-Funk non il massimo un disco cos. 7/10

09. 50 Ways feat Wanya Morris of Boyz II Men(produced by DJ Quik)
Capolavoro. Quik non fa molto spesso tracce serie, dove le parole colpiscono dritto al cuore, ma in questo caso David Blake mostra un'altro lato di s, quello dell'uomo che sente su di s tutto il peso della vita. La canzone dedicata alla memoria di Mausberg (giovane rapper del suo camp, ucciso nel 2000) e di Top Dog (amico di Quik, ucciso da un suo parente). Il testo qualcosa di strepitoso, liricamente impeccabile, e la base bellissima, commuovente la forte presenza di un tamburo militare che sembra dare l'addio con gli onori ai due caduti. 10/10

10. Quik's Groove 6 (produced by DJ Quik)
Ed eccoci al consueto Groove del Quiksta, una canzone solamente strumentale. Devo dire che questa traccia mi piace davvero molto, questo non neanche Hip Hop, Jazz. 9/10

11. Get Tha Money feat. Suga Free (produced by DJ Quik)
Canzone solista di Suga Free Tha Pimp che spacca come al solito, bellissima la base con dei tamburi che richiamano i suoi africani. Per quanto riguarda il testo il titolo eloquente: si parla di soldi e prostitute. 9/10

12. One On 1 (produced by DJ Quik)
Dopo l'intensissima "50 Ways", questa sicurmenta la mia canzone preferita dell'album. Si tratta di una traccia sexy, con un grande El DeBarge in sottofondo dove Quik tiene in vita l'eredit del suo mentore Roger Troutman con un lungo ed eccezionale ritornello in talk-box. Un classico. 10/10

13. Sex Crymee (produced by DJ Quik)
Secondo me questa la traccia peggiore dell'album, bruttissimo beat e bruttissimo modo di rappare. 5/10

14. Birdz And Da Beez feat. Hi-C & AMG (produced by DJ Quik)
Ascoltare ancora nel 2002 DJ Quik, Hi-C ed AMG insieme davvero fantastico, i tre vanno alla grande, la base molto divertente. 7/10

15. Oh Well (produced by DJ Quik)
Quik riprende una sua canzone a lui molto cara ("Well", da Balance & Options) dove parla dei cambiamenti della vita, di come da adulti non si facciano pi quelle cose che da giovani sembravano fondamentali. Questa volta la produzione invece che essere guidata da un orchestra di violini molto "picchiettante" se mi concedete il termine, non saprei come altro dirlo ma bastano tre note per capirlo. 7/10

16. Out (produced by DJ Quik)
Questa traccia segnata sul libretto ma il CD si ferma a 15.. ci risiamo, Quik ci ha fatto un'altra delle sui "regali". Dopo due minuti di silenzio parte una strumentale, con una buona produzione. Appena la canzone finisce si sente Quik stesso che vi ringrazia per l'acquisto e afferma soddisfatto: "We really changed the game, ah-ah". 7/10

In conclusione posso dire che Quik si ancora una volta confermato un grande produttore ma sentendo questi disco viene da chiedersi se il Quiksta non sia un po' calato, specialmente per il ricorso a sonorit del Sud. Non siamo certo davanti al suo miglior disco ma se lo si confronta con gli altri album usciti ultimamente DJ Quik decisamente sopra la media e di parecchio. Va detto che DJ Quik alla Bungalo si trovato in una situazione tutt'altro che confortevole e il dolore per la recente scomparsa di Mausberg non l'ha certo aiutato. 

VOTO: 8/10

di Penny Law