DJ QUIK "WAY 2 FONKY"

Dopo il successo ottenuto con il suo album d'esordio, Quik ritorna con un'altro grande album, in cui regna il P-Funk allo stato puro, grazie anche a Robert "Fonksta" Bacon, co-produttore del disco.

01. America'z Most Completed Artist (produced by DJ Quik)
L'album si apre nel migliore dei modi e come dice Quik: "and just when you muthafuckaz tought it was over, I'm back up in this muthafucka". Questa è sicuramente una delle mie canzoni preferite di DJ Quik e il titolo dice già tutto. A differenza del solito Quik campiona parecchio qui, riprendendo diversi classici P-Funk, il risultato è una produzione fantastica, se questo non muove il vostro culo, non so davvero cosa lo farà. Grandissime strofe di DJ Quik, con un flow veloce e convincente. 10/10

02. Mo' Pussy (produced by DJ Quik)
Questa è una sorta di continuazione di "Sweet Black Pussy", il tema è sempre quello e non servono commenti. Anche in questo caso Quik sforna una grande base e le liriche sono come sempre molto divertenti. 10/10

03. Way 2 Fonky (produced by DJ Quik)
Su un beat gangsta il Quiksta dissa per la prima volta MC Ehit, con delle buone liriche. 8/10.

04. Jus' Lyke Compton (produced by DJ Quik)
Il singolo dell'album è una canzone tranquilla in cui DJ Quik racconta la sua storia dopo il successo ottenuto con il suo primo album, ci parla delle città che ha visitato come Oakland, San Louis, San Antonio e Denver (quest'ultima viene dissata per un incidente successo ad un suo concerto), dicendo che sono tutte un po' come Compton. E' una canzone difficile come singolo, ma ciononostante ha ottenuto un discreto successo. Il beat è buono ma in questo caso prevale nettamente il DJ Quik rapper sul DJ Quik produttore. Molto bello anche il video. 10/10

05. Quik's Groove II (For U 2 Rip 2) (produced by DJ Quik)
Il secondo Groove a mio parere è migliore del primo, grazie sopratutto ad un fantastico flauto che crea una bellissima atmosfera. 8/10

06. Me Wanna Rip Your Girl (produced by DJ Quik)
Qui si va con il Raggae come potete capire dal "Me" invece di "I" nel titolo; a me questo genere di canzoni non piacciono molto ma se vi appassiona quel tipo di musica questa è sicuramente un'ottima canzone. 6/10

07. When You're a Gee feat. Playa Hamm (produced by DJ Quik)
Bomba! P-Funk alla massima potenza in stile Zapp & Roger, il beat è una vera cannonata. Anche il testo è fantastico, specialmente l'attacco di DJ Quik: "When you a G, niggaz wanna be like you because a G has images that they look up to but some don't make it, so they fakin the Funk they get hot and they be poppin that gangsta junk but that ain't G, that ain't even close, nah that ain't shit". 10/10

08. No Bullshit feat. 2nd II None (produced by DJ Quik)
Carina ma davvero troppo breve, KK butta giù delle liriche belle toste ("fuck the blue and the red team, fool, my color run green") e anche Quik fa il suo dovere. 7/10

09. Only Fo' Tha Money feat. 2nd II None (produced by DJ Quik)
Canzone "smooth" con un beat che mette di buon umore, buone liriche ma niente di eccezionale. 8/10

10. Let Me Rip Tonite feat. Sexy Leroy & The Chocolate Lovelitez (produced by DJ Quik)
Canzone un po' Soul, un po' Funk in cui Quik lascia spazio a Sexy Leroy e ai Chocolate Lovelitez; è accettabile però stanca presto. 6/10

11. Niggaz Still Trippin feat. AMG, Hi-C, 2nd II None & JFN (produced by DJ Quik)
L'album si chiude con una canzone unica. Il titolo sta ad indicare una sorta di Part 2 di una traccia apparsa sull'album d'esordio dei 2nd II None ma questa è totalmente diversa, questa è un vero capolavoro. Quik e i suoi soci piazzano una strofa a testa ed ogni volta che c'è un cambio di rapper per qualche secondo il beat cambia. Su questa canzone ci saranno almeno 4-5 beat diversi e sono uno più bello dell'altro. 9/10

12. The Last Word (produced by DJ Quik)
Outro su un beat a dir poco stupendo con shout-out a molte figure della West Coast; c'è però anche qualche diss, tra i quali primeggia quello a MC Ehit, "la faccia di scimmia dei C.M.W". S.V.

"Way 2 Fonky" è probabilmente l'album più Funky della storia dell'Hip Hop perciò lo consiglio a tutti coloro che amano il genere. Tra tutti gli album del Quiksta questo è però, secondo me, il più difficile; è bellissimo ma prima di prenderlo è meglio concentrarsi su altri suoi dischi.

VOTO: 8,5/10

di Penny Law